Riorganizzazione della Regione Abruzzo: la Cisl chiede un confronto

“La CISL FP richiede, attraverso un confronto con le organizzazioni sindacali nel merito delle questioni, al Presidente della Giunta Regionale di rivedere i provvedimenti relativi alla riforma organizzativa, prima che producano effetti negativi sull’incisività dell’azione amministrativa della Regione. Le riorganizzazioni funzionano se sono concertate e condivise”.

E’ l’invito lanciato dal Il Segretario Generale del sindacato, Vincenzo Traniello che ha denunciato più volte l’inadeguatezza dei processi di riorganizzazione adottati per alcuni dipartimenti della Regione Abruzzo. Un percorso tracciato in piena solitudine, da parte della tecno struttura, senza il coinvolgimento dei dirigenti, dei dipendenti e delle parti sociali, nella presunzione che la riorganizzazione potesse procedere più speditamente.

“Il risultato del mancato coinvolgimento dei protagonisti nel processo di cambiamento sta producendo una disarticolazione della struttura regionale e un forte disorientamento tra i dipendenti e l’utenza che, con l’accentramento di alcuni servizi sulla città di Pescara, subirà forti disservizi. Il piano di riorganizzazione comporta la spoliazione degli uffici periferici regionali, in controtendenza rispetto ad una pubblica amministrazione che deve puntare al decentramento dei servizi e che deve  essere sempre più vicina ai cittadini e alle aziende del territorio – afferma Traniello -. Oggi, epoca delle amministrazioni digitalizzate e informatizzate, la Regione Abruzzo, anziché potenziare la lavorazione informatica a distanza dei procedimenti amministrativi preferisce, con soluzioni semplicistiche, spostare il personale. Il tutto si tradurrà in un forte danno ad alcune filiere produttive, come quella vitivinicola, perché i piccoli produttori agricoli saranno deprivati dei supporti tecnici e amministrativi forniti attualmente dagli uffici periferici per l’agricoltura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *