Settembre lancianese: una storia lunga 182 anni

Lanciano s’appresta a vivere gli appuntamenti clou della 182^ edizione delle Feste di Settembre. Tra celebrazioni religiose, fuochi d’artificio, musica, momenti dedicati alla cultura, manifestazioni gastronomiche, il capoluogo della frentania, nei giorni 13, 14, 15 e 16, verrà invaso da migliaia di persone. Tutto secondo tradizione. Eventi che sono iniziati dal 31 agosto, con la Fiera di Sant’Egidio e proseguiti con la Settimana Mediovale, la rievocazione storica dell’investitura del Mastrogiurato, il Dono alla Madonna del Ponte e ora le feste per la Patrona della città.

Una serie di appuntamenti realizzati non senza problemi e difficoltà. Ne sa qualcosa il presidente dell’Associazione Mastrogiurato, Danilo Marfisi, che fino a qualche giorno prima della 34^ edizione della rievocazione dell’investitura del magistrato, istituito da re Carlo II D’Angiò nel 1304, tentennava se tenerla o meno a causa dei tagli sui fondi. In forma ridotta, è andata in scena e come al solito ha richiamato una gran folla. Riproposta anche la Settimana Medioevale, occasione unica per passare, in pochi metri, dalla città moderna a quella d’un tempo e rivivere, tra i vicoli e le strade di Lancianovecchia, nella fiorente epoca della Lanciano dei mercati e delle fiere.

Dalla Settimana Medioevale e il Mastrogiurato, che ha portato complessivamente ad una partecipazione di circa 100mila tra visitatori e spettatori, alla sfilata del Dono. La novità di questa edizione è stata la presenza di 50 carri allegorici, in rappresentanza delle contrade che circondano la città e che rappresentano la spina dorsale di Lanciano. Lungo corso Trento e Trieste colori, balli, canti e tanti frutti della terra portati in onore della Madonna del Ponte. Ma anche un momento di riflessione sulla minaccia che incombe sulla costa e le zone agricole abruzzesi con la partecipazione di un carro “No Ombrina”.

Tra le novità in calendario anche “Malvò in festa”, venerdì 11, organizzata dall’associazione culturale Amici del Malvò, in collaborazione con le Feste di Settembre. Una serata che ha ravvivato un’altra antica piazza della città, che si è trasformata in un grande ristorante a cielo aperto con piatti tipici proposti negli stand enogastronomici.

Ci avviamo quindi ai momenti più significativi delle feste, che per la loro organizzazione hanno sofferto non poco per mancanza di fondi, come ha più volte sottolineato il presidente, Stefano Angelucci Marino. Innanzitutto con la rievocazione Storica dell’arrivo delle corone” nella notte del 13 settembre, con corteo che partirà alle 22 con attività di piazza fino a mezzanotte e mezza quando si ripercorrerà il cammino che il popolo lancianese fece fino a Castel Frentano per riportare le corone a Lanciano. Poi dalla chiesa di Santa Chiara, partirà la solenne processione fino in cattedrale che riporterà le corone nella casa della Madonna del Ponte e si concluderà intorno alle 2 del mattino. Successivamente, nell’ex ippodromo Villa delle Rose, alle ore 4, l’esplosione dei fuochi d’artificio. Anche quest’anno potranno essere 1960 gli spettatori che potranno assistere agli spettacoli pirotecnici delle Feste di Settembre negli spazi consentiti. Unica deroga, come accaduto lo scorso anno, è il fatto di poter occupare, sempre in piedi, lo spazio antistante l’ingresso principale dell’area di Villa delle Rose. Una situazione che si protrae da qualche anno a causa del cattivo stato delle gradinate dell’ex ippodromo e che priva Lanciano di un’area che, in qualunque altra realtà, sarebbe già stata trasformata in una ‘miniera’, sfruttandola per spettacoli e manifestazioni. Non migliorerà nemmeno il prossimo anno: interventi di rifacimento sono in programma nel 2017. Ma tant’è. Come avvenuto nel passato, forze dell’ordine, affiancati dai volontari della Protezione Civile dell’Associazione Alpini ‘Maurizio Rosato’ di Lanciano e della Croce Bianca, vigileranno per il rispetto delle prescrizioni previste per gli spettacoli pirotecnici e per la sicurezza degli spettatori.

Il programma degli eventi andrà avanti con l’accensione, alle ore ore 4.30, della paratura e tradizionale sfilata della Banda Fenaroli Città di Lanciano. In mattinata alle ore 10.30, al Teatro Fenaroli, Matinée della Banda Fenaroli Città di Lanciano. In corso Trento e Trieste (Sotto i Portici Comunali) Evento fotografico “Genesi, ritratti di vita” a cura di Alex Marchesani; alle ore 18 Auditorium Diocleziano e Foyer Fenaroli “(CON)FUSIONI , l’inusuale mostra sull’incompiuto” a cura di Ass. Culturale Arena 7; alle ore 18.30 Giro della Banda per la città; ore 19 Piazza Pace – Stand Gastronomici; ore 20.30 Piazzale Stazione – Concerto bandistico; ore 21 Piazza Plebiscito – Concerto Simply Michael The Bublé Cover Band; ore 24 Fuochi pirotecnici a cura della Lanci Fireworks

La giornata del 15, ore 9.30 Giro della Banda per la città; ore 10.30 Teatro Fenaroli – Matinée della Banda Città di Lanciano; ore 18 Auditorium Diocleziano e Foyer Fenaroli “(CON)FUSIONI – l’inusuale mostra sull’incompiuto” a cura di Ass. Culturale Arena 7; ore 18.30 Giro della Banda per la città; C.so Trento e Trieste (Sotto i Portici Comunali) Evento fotografico “Genesi, ritratti di vita” a cura di Alex Marchesani; ore 19 Piazza Pace – Stand Gastronomici; ore 20.30 Piazzale Stazione – Concerto bandistico; ore 21.30 Piazza Plebiscito – FESTIVAL JAZZ TRADIZIONALE DI LANCIANO – VI Edizione, Direzione artistica: Renato Gattone; ore 24 Fuochi pirotecnici a cura della Lanci Fireworks. Il 16 settembre ore 9.30 Giro della Banda per la città; ore 10.30 Teatro Fenaroli – Matinée della Banda Città di Lanciano; ore 12.30 Piazza Pace – Stand Gastronomici; C.so Trento e Trieste (Sotto i Portici Comunali) Evento fotografico “Genesi, ritratti di vita” a cura di Alex Marchesani; ore 18 Auditorium Diocleziano e Foyer Fenaroli “(CON)FUSIONI – l’inusuale mostra sull’incompiuto” a cura di Ass. Culturale Arena 7; ore 18 Giro della Banda per la città; ore 19 Solenne processione cittadina della Madonna del Ponte; ore 20.30 Piazzale Stazione – Concerto bandistico; ore 21 Piazza del Plebiscito – PFM in concerto; ore 24.30 Fuochi pirotecnici a cura della Pirotecnica Lanci Fireworks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *