Cresa: cala la popolazione in Abruzzo

I residenti in Abruzzo al 31 dicembre 2014 hanno raggiunto quota 1.331.574; il 51,3% della popolazione sono donne, il 15,5% minori. Gli stranieri in regione raggiungono il 6,5% (Italia: 8,2%) ma c’è da registrare una flessione della popolazione regionale di 2.365 unità, un decremento del -1,8 per mille.
Sono alcuni dei dati contenuti nel rapporto 2014 Economia e società in Abruzzo presentato oggi dal Cresa. Rispetto al 2013, a fronte di un lieve aumento demografico a livello medio nazionale (+0,02%), la popolazione regionale è diminuita. Tale andamento è la risultante di una dinamica naturale, che si conferma negativa (-2,9 per mille), e da una dinamica migratoria positiva (+1,1 per mille) grazie al solo apporto della componente estera (+1,7 per mille).
Nel confronto con l’anno precedente gli stranieri residenti fanno registrare un incremento del +2,3%; rispetto al 2002, il loro peso sul totale si è più che triplicato. Rappresentano una importante risorsa per la crescita demografica regionale: infatti, al contrario della popolazione autoctona, sono individui per lo più giovani, che entreranno nel mondo del lavoro o vi resteranno per almeno i prossimi 25 anni, più propensi a procreare. Il 54,6% è di sesso femminile, a conferma del fatto che il fenomeno migratorio è trascinato in Abruzzo dalla richiesta di lavoro delle famiglie più che del sistema delle imprese.
Per quanto riguarda la composizione per classi di età, a fine 2014 la popolazione regionale è composta per il 12,8% da giovani tra 0 e 14 anni, per il 28,3% da individui tra i 15 e i 39 anni, per il 36,2% da adulti tra i 40 e i 64 anni e per il 22,6% da persone con più di 64 anni. Negli ultimi anni, in Abruzzo più che nel resto del paese, si registra un rapido invecchiamento demografico: tra il 2003 e il 2014 i residenti con 40 anni e più passano dal 52,4% della popolazione totale al 58,8%; gli over 64 dal 20,7% al 22,6%, gli over 80 dal 5,5% al 7,4%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *