Chieti: arrestato ladro seriale

Dopo mesi d’indagine, gli uomini della sezione di polizia giudiziaria della Procura di Chieti sono riusciti a risalire all’identità dell’autore di numerosi reati commessi nel capoluogo teatino e in altre città italiane in uffici pubblici e ad arrestarlo. Si tratta di un 40enne di Trento, pluripregiudicato senza fissa dimora. Fatale è stato uno dei colpi messi a segno a Chieti, proprio negli uffici della Procura. In quella occasione l’uomo si era impossessato di una carta di credito di un dipendente e con quella aveva prelevato dei contanti ad uno sportello bancomat. Ma era stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza dell’istituto di credito e l’esame delle immagini ha permesso di identificarlo. La sua cattura però non è stata semplice. Il rapinatore, nei confronti del quale il gip Luca De Ninis su richiesta del pm Giuseppe Falasca aveva emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere, si spostava da una località all’altra. A mettere gli inquirenti sulle sue tracce, il modus operandi. Il cliscè era sempre lo stesso: ben vestito, entrava in uffici pubblici e istituti bancari e approfittando dell’assenza del personale velocemente s’impossessava di portafogli con contanti, carte di credito, computer e altro. Così gli agenti della PG di Polizia di Stato di Chieti, hanno seguito tutti i suoi spostamenti, fino a quando le strade non si sono incontrate. L’uomo è stato fermato in provincia di Alessandria, mentre metteva a segno un altro colpo. Fermato, è stato rinchiuso nella Casa Circondariale del centro piemontese. La polizia, sulla base delle foto, ora attende che le vittime dei furti possano contribuire alle indagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *