La cassaforte non si apre, va a vuoto rapina in villa

E’ finita tutto sommato bene la tentata rapina dell’altra notte in una villa a Ripa Teatina. Per il proprietario, 76 anni, solo lievissime contusioni guaribili in 7 giorni. Ma questo non diminuisce la gravità dell’episodio. Questi i fatti: nella tarda serata di ieri tre individui con accento dell’est, con i volti travisati da passamontagna, sono entrati all’interno della villa ed hanno tentato di mettere a segno una rapina. Come ricostruito dai Carabinieri della Compagnia di Chieti e del Nucleo Investigativo Provinciale, i malviventi, dopo aver rovistato nelle stanze dell’abitazione, hanno raggiunto la taverna dove, in quel momento, si trovavano i coniugi proprietari di casa. Marito e moglie, quest’ultima di 68 anni, venivano strattonati e percossi e costretti a indicare l’ubicazione di una cassaforte. Qualcosa non è andato per il verso giusto e vista la difficoltà di aprire la cassaforte, desistevano dall’intento e si davano alla fuga dileguandosi nel buio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *