Operazione in provincia di Chieti di Carabinieri, Polizia, Finanza e Forestale

Su direttiva del Prefetto di Chieti, Antonio Corona è stato predisposto un piano generale di servizi straordinari di controllo del territorio in tutta la provincia per contrastare il fenomeno della criminalità predatoria con particolare riguardo ai furti in abitazione e di autovetture.

Gli interventi attuati dalle pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato hanno riguardato le aree cittadine e i tratti stradali maggiormente esposti al fenomeno, nonché tutte le zone sensibili sia interne che della fascia costiera.

Gli interventi sono stati eseguiti in esito a un approfondito esame delle statistiche criminali, elaborate anche con il sistema della georeferenzazione e comparando i dati degli ultimi tre anni, da cui sono emerse le zone, gli orari nei quali i reati più diffusi sono commessi più frequentemente.  Nell’operazione sono stati impiegati elicotteri del reparto volo di Pescara e Unità cinofile antidroga e antiesplosivo dei Carabinieri, della Finanza e della Questura di Pescara. Sono stati effettuati anche numerosi posti di controllo nelle zone interne con particolare attenzione ai quartieri maggiormente colpiti dalle batterie di ladri. La Polizia Stradale di Chieti ha effettuato posti di blocco sulle due tratte autostradali della A/14 e A/25 con deviazione del traffico veicolare e controllo a tappeto di veicoli e persone. Nel corso dei servizi finora svolti sono state identificate 511 persone e controllati 347 veicoli.

I controlli hanno interessato anche i soggetti sottoposti alle misure di prevenzione e altri obblighi imposti dall’autorità giudiziaria (arresti domiciliari, obbligo di dimora).

Nell’ultimo bimestre i militari dell’Arma diretti dal Colonello Luciano Calabrò hanno tratto in arresto 44 soggetti e altri 457 denunciati in stato di libertà. In particolare per i reati di maggiore impatto sociale sono stati conseguiti i seguenti risultati: una persona tratta in arresto per omicidio, 12 persone arrestate per furto e 52 denunciati a piede libero, 5 persone arrestate per rapina, 5 persone arrestate per estorsione e 3 quelle denunciate a piede libero, 2 arresti per ricettazione e 22 denunciati a piede libero, 3 arresti per truffe e frodi informatiche e 41 denunciati in stato di libertà. In materia di stupefacenti i Carabinieri hanno invece tratto in arresto 9 persone e denunciate 8 a piede libero. Sono stati inoltre controllati 8928 soggetti, 6778 veicoli e 5629 documenti identificativi. sono stati inoltre scoperti 41 furti, 4 reati di estorsione e 35 truffe.

Nello stesso periodo la Polizia di Stato ha effettuato 33 arresti tra cui si segnalano un cittadino rumeno per concorso in omicidio e occultamento di cadavere; un cittadino polacco su mandato di cattura internazionale per inosservanza degli obblighi di assistenza familiare; un cittadino italiano  per circonvenzione d’incapace; tre cittadini italiani  per  atti persecutori; tre cittadini albanesi per spaccio di sostanze stupefacenti in quanto trovati in possesso di  kg. 1,7 di cocaina; quattro cittadini italiani per spaccio di sostanze stupefacenti; quattro cittadini italiani  per furto aggravato in concorso; cittadino italiano per detenzione abusiva di armi e munizionamento, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione; cittadino italiano per maltrattamenti in famiglia; cittadino italiano per violenza sessuale; due cittadini italiani  per evasione; un cittadino italiano  per truffe  informatiche; un cittadino italiano per rapina. Inoltre il personale della Polizia di Stato ha denunciato 93 persone, effettuato 1036 posti di controllo su strada, identificate 6843 persone, controllati 5188 veicoli, contestate 824 contravvenzioni al Codice della Strada sequestrando 18 veicoli e ritirando 38 documenti di circolazione, rinvenuti 3 veicoli rubati.

I militari della Guardia di Finanza diretti dal Colonnello Vittorio Di Sciullo hanno arrestato una persona, denunciato 24 persone di cui 17  all’autorità amministrativa, effettuato 171 controlli ad esercizi pubblici. In particolare, in sinergia con la Squadra Mobile, al termine di complesse  attività investigative, i militari della G.D.F. hanno  sgominato un gruppo criminale dedito alla perpetrazione di reati societari e fiscali facenti capo ad un noto imprenditore pescarese, che nel giro di pochi anni aveva costituito una vera e propria holding criminale attraverso: l’acquisizione di aziende in crisi che grazie all’ausilio di professionisti compiacenti (commercialisti), venivano svuotate dei loro beni e portate al fallimento; fittizie cessioni di beni strumentali al fine di generare crediti d’imposta per non pagare le relative imposte; illecita gestione delle varie attività commerciali; distrazione dalle società coinvolte di cospicue risorse finanziarie (concesse da istituti di credito) per la realizzazione di un centro commerciale dal valore di 13 milioni di euro sempre attraverso l’utilizzo di un articolato e continuo sistema di fatture false, favorendo così un enorme liquidità e crediti d’imposta.

L’operazione ha permesso di: denunciare all’A.G. nr.25 persone, arrestare 10 persone destinatarie di misure cautelari, di cui 3 in carcere, 5 domiciliari  e 2 (professionisti)  interdetti dalla professione; sequestrare 43 conti correnti bancari sia societari che personali per un saldo complessivo  di euro 1.076.000,00; un terreno dal valore stimato pari a euro 173.000,00; 33 unità immobiliari dal valore stimato pari ad euro 2.336.240,00; 17 unità immobiliari dal valore stimato pari ad euro 1.445.550,00; 1 complesso aziendale costituito da stabilimento balneare ed attività commerciali (ristorane e locale notturno); 4970 azioni per un valore di euro 200.000,00.

Il personale del Corpo Forestale dello Stato diretto dalla Dott.ssa Livia Mattei  ha denunciato all’A.G. 8 persone per reati in materia di inquinamento, discariche e rifiuti, denunciato all’autorità amministrativa 30 persone per illeciti in materia di tutela fauna e territorio, discariche e rifiuti, identificate 291 persone, controllati 33 veicoli, contestate 8 contravvenzioni al Codice della Strada e sequestrato un veicolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *