Enel Playenergy: premiati 200 ragazzi delle scuole abruzzesi

Una giornata di festa all’insegna dell’energia presso la sala polifunzionale della Provincia di Teramo, dove circa 200 ragazzi da tutta la regione hanno partecipato alle premiazioni di Enel Playenergy per l’anno scolastico 2014/2015. Il concorso vede studenti delle scuole di ogni ordine e grado confrontarsi con i temi dell’energia e dell’ambiente. Alla premiazione erano presenti l’assessore comunale alla Cultura Francesca Lucantoni e il Responsabile Enel Distribuzione L’Aquila – Teramo Gianfranco Urbanelli.

Gli studenti del Filippo Verna di Fara San Martino (Ch)

Gli studenti del Filippo Verna di Fara San Martino (Ch)

Sul podio la Scuola Primaria, la classe V sezione unica della “Filippo Verna” di Fara San Martino, guidata dall’insegnante Pietro Campanile, che ha presentato un cartone animato sulle emergenze ambientali legate all’inquinamento atmosferico e al consumo energetico e sulle possibili soluzioni per affrontarle.

Per la Scuola Secondaria di 1°grado sono state premiate le classi 1A, 1B, 1C, 2A, 2B, 2C, 3A, 3B, 3C della scuola “Settimio di Battista” di Torre De’ Passeri, guidate dal docente Giuseppe Barone, che hanno realizzato un plastico di circa 24 mq che rappresenta un nuovo modello di sviluppo dell’area casauriense, orientato al risparmio energetico e alla riduzione delle emissioni di CO2. I ragazzi hanno presentato anche il copione di un testo teatrale che racconta il progetto.

Per la Scuola Secondaria di 2°grado la giuria ha premiato la 4B Meccanica dell’IIS “Crocetti-Cerulli” di Giulianova, guidata dal docente Piergiorgio Cesarini. Partendo dallo studio di un frigorifero ecosostenibile ideato da un insegnante e biologo nigeriano, la classe ha realizzato il progetto di un pannello solare termico, che sfrutta l’evaporazione dell’acqua per raffreddare ambienti di limitata estensione nella stagione estiva.

Presenti anche le scuole che hanno ottenuto la Menzione Speciale della giuria che consente l’accesso, insieme ai vincitori, alla selezione nazionale: per la Categoria Scuola Primaria, le classi 4A, 5A e 5B della “Michelangelo Buonarroti” di Ripa Teatina (Ch), guidate dalle docenti Antonia Di Giorgio, Rachele Nardella, Antonella Paolini, Maria Loredana Zocchi, per la realizzazione di fumetti sui comportamenti sostenibili, funzionali al risparmio energetico, e di un gioco, “Energame”, che invita i bambini a cimentarsi in prove sul tema della sostenibilità energetica.

Per la Categoria Scuola Secondaria di 1°grado, la 2A della “Carlo D’Alessandro” di Teramo, guidata dalla docente Elisa Gabriella Mandolese. La classe ha realizzato un video per documentare  un modello di “filiera corta” che segue un alimento dalla produzione alla consumazione e che racconta un singolare modo per cucinare risparmiando energia: la “cottura in lavastoviglie”.

Due menzioni per la Categoria Scuola Secondaria di 2° grado: la 1B del Liceo Scientifico di Guardiagrele, guidata dalla docente Irma Nicoletta D’Amico, ha realizzato un modello di lampione, che, sfruttando il principio di riflessione del fascio di luce mediante superficie riflettente, riesce a  sfruttare meglio la luminosità della lampada, risparmiando ed evitando dispersioni di luce verso la volta celeste. Le classi 2B e 2C del Pascal-Comi di Teramo, guidate dal docente Mario Mancini, hanno studiato la realizzazione di un pavimento di una discoteca olandese con sensori piezoelettrici (che prevedono che la pressione di chi vi balla in superficie deformi un sensore ceramico che produce energia elettrica) e hanno realizzato una pedana/pavimento che sfrutta questa funzionalità per interessanti applicazioni anche in altri ambiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *