Fossacesia, nuovo look per il centro cittadino

La zona di via Lanciano a Fossacesia sarà migliorata grazie ad un apposito progetto di risanamento. L’Amministrazione Comunale ha infatti deciso di partecipare al bando nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree degradate, presentando il progetto “Una Torre per la Città”. L’importo richiesto nel finanziamento è di un milione e 590 euro, da utilizzare per risanare l’intera area di via Lanciano, dove si trova la torre dell’ex serbatoio idrico.

«L’area da destinarsi all’intervento – spiega il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio – è stata scelta a seguito di un’attenta analisi del tessuto urbano, dalla quale è emerso che la zona di via Lanciano risulta avere un tessuto edilizio particolarmente degradato, anche a causa della completa assenza di luoghi di pubblico interesse e di aggregazione socio-culturale».

Il progetto, redatto dal dirigente dell’ufficio tecnico comunale, ing. Silvano Sgariglia, prevede in quell’area la realizzazione di interventi di ristrutturazione edilizia, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali ed educativi, alla promozione delle attività culturali, didattiche e sportive da destinarsi alla tutela di adulti e minori. Se il Comune riuscirà ad ottenere il finanziamento la zona in questione subirà un radicale cambiamento, migliorando nettamente la qualità della vita di chi vi abita.

«Pur essendoci tempi strettissimi – ha aggiunto Di Giuseppantonio – abbiamo voluto cogliere al volo questa opportunità perché riteniamo che restituire decoro e riqualificazione a quell’area sia un intervento prioritario da attuare». Da alcuni l’Amministrazione Comunale ha avviato una serie di procedure per valorizzare la zona di via Lanciano, prevedendo lavori di demolizione e ricostruzione degli edifici comunali fatiscenti destinati all’edilizia residenziale pubblica. «L’ottenimento di questo finanziamento – conclude il primo cittadino – rappresenterebbe la più degna conclusione di quell’idea che coltiviamo da tempo, ridare cioè decoro ad una zona così importante, porta d’ingresso della nostra città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *