Giornata della Memoria in Abruzzo

Torna puntuale anche quest’anno il contributo culturale che l’Istituto Cinematografico de L’Aquila “La Lanterna Magica” propone in occasione delle celebrazioni internazionali sulla Giornata della memoria. Mercoledì 27 Gennaio a partire dalle ore 10 presso la Sala Ance, gli studenti delle Scuole medie inferiori cittadine, avranno l’opportunità di assistere alla proiezione del film Jona che visse nella balena di Roberto Faenza (Italia, 1992). Ancora una volta dunque, la settima arte svolgerà un ruolo di grande importanza nella sensibilizzazione delle giovani generazioni, generando momenti di riflessione e di grande impatto emotivo su una delle più grandi tragedie del novecento. L’iniziativa è organizzata dalla “Lanterna Magica” in sinergia con la Biblioteca Provinciale “S. Tommasi” e con la consueta presenza del Centro Ebraico “Il Pitigliani” – Roma. Numerose le adesioni degli Istituti scolastici che ogni anno seguono con interesse e partecipazione le iniziative promosse dall’Istituto Cinematografico: Scuola Media “G. Carducci”, Scuola Media “D. Dante Alighieri”, Scuola Media “G. Mazzini”, Scuola Media “T. Patini”. Al termine della proiezione, gli studenti incontreranno la referente del Centro Ebraico Il Pitigliani, Clelia Terracina.

Per non dimenticare la Shoah e le altre vittime dei crimini nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, la comunità di Orsogna ha promosso per mercoledì prossimo, 27 gennaio e per venerdì 29 gennaio alcune iniziative dedicate al “Giorno della Memoria” che si celebra nel giorno in cui, nel 1945, fu liberato il campo di concentramento di Auschwitz. Il sindaco, Fabrizio Montepara, l’Amministrazione comunale, la Pro Loco “R. Paolucci” e l’Istituto comprensivo di Orsogna hanno organizzato per le ore 11 di mercoledì 27 una commemorazione presso il Cippo di via Raffaele Paolucci, cui parteciperanno gli alunni dell’Istituto comprensivo. Alle 16.30, presso il Centro polivalente di piazza Mazzini, sarà proiettato il film “Un treno per la libertà”. Venerdì 29 gennaio, sempre alle ore 16.30 nel Centro polivalente, sarà proiettato il film “Amen”, dedicato alla Shoah. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare. La macchina di morte della Germania nazista distrusse le vite di milioni di ebrei, Rom, Sinti, polacchi non ebrei, slavi, prigionieri di guerra sovietici, disabili, oppositori politici, omosessuali, massoni e testimoni di Geova. La Giornata della Memoria, spiegano gli organizzatori, è «un monito affinché quanto avvenuto non si ripeta più, per nessun popolo, in nessun tempo e in nessun luogo!».

Mercoledì 27 gennaio 2016, alle ore 10.30, presso il Centro culturale “Aldo Moro” di San Salvo, si terrà la manifestazione del “Giorno della Memoria”. «A 71 anni dall’abbattimento dei cancelli del Lager di Auschwitz – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – la tragedia della persecuzione razziale nazista e dello sterminio degli ebrei suscita ancora sgomento e merita tutta la nostra riflessione, nella consapevolezza che l’evoluzione etica e culturale delle civiltà umane è molto più lenta di quella economico-tecnologica e che molto abbiamo da imparare per costruire relazioni pacifiche e collaborative tra popoli e stati». Promossa dall’Amministrazione comunale e Assessorato alla cultura di San Salvo in collaborazione con gli studenti, i docenti e i dirigenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “R. Mattioli” (ITE, Liceo Scientifico, IPSIA), dell’Istituto Comprensivo n. 1, dell’Istituto Comprensivo n. 2 e della locale sezione dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci l’incontro si incentrerà su letture da testi di Primo Levi e Peter Weiss (a cura di Stefania Pascali e Luigi Cilli dell’Associazione Creatività), brani musicali del duo Elena Arcinii e Fabio Tristani (violino e pianoforte, della scuola Pro-Arte), e interventi delle associazioni e scuole coinvolte. Il lungo periodo di tempo trascorso da quel periodo storico rischia di sbiadire sempre più l’evento della Shoah che tuttavia risulta ben documentato da diari, ricordi e testi scritti, strumenti in grado di permettere la conservazione della memoria e di spingere noi a comprendere la responsabilità che oggi abbiamo – come componenti della collettività nazionale, europea e mondiale – nella costruzione di una società giusta e tollerante, capace di promuovere l’integrazione socio-culturale nella diversità di religioni, ideologie, appartenenze politiche e identitarie.

Si svolgeranno mercoledì 27 Gennaio 2016, nella Sala del Consiglio Comunale di Fossacesia, le celebrazioni in onore del Giorno della Memoria. In questa data così ricca di significato si ricorda la giornata in cui i soldati russi, varcando i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, svelarono le atrocità commesse in quel luogo, così come in altri campi di concentramento, da parte della Germania Nazifascista. Il Comune di Fossacesia, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, il coordinatore dell’evento, Nicola Stante, e tutti i cittadini, ricorderanno questa terribile pagina di storia attraverso la lettura di brani tratti da libri sul tema della Shoa. La manifestazione, dal titolo “Prendo le parole”, inizierà alle ore 9.30 con il saluto del Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, del Dirigente dell’Istituto Comprensivo, Silvino D’Ercole e del Coordinatore dell’evento, Nicola Stante. Si proseguirà con la lettura di brani tratti dal libro “La valigia di Hana” di Karin Levine e “la Portinaia di Apollonia” di Lia Levi e di altri testi e riflessioni, da parte degli alunni delle classi IV e V della Scuola Primaria di Fossacesia e della Scuola Secondaria di I Grado. I ragazzi, attraverso la lettura di questi brani, saranno guidati nel conoscere e riflettere sull’importanza del “non dimenticare” un aspetto così vergognoso della nostra storia, affinchè le loro coscienze comprendano quanto sia importante che mai più si debbano verificare fatti simili. La mattina si concluderà con la lettura solenne dei versi della poesia di Primo Levi “Se questo è un uomo” da parte del Sindaco Enrico Di Giuseppantonio. La manifestazione proseguirà nel pomeriggio, quando, a partire dalle ore 15.30 e sino alle 17, ogni cittadino, liberamente, potrà recarsi nella Sala del Consiglio del Comune di Fossacesia per leggere, pubblicamente o in maniera raccolta, brani tratti sempre da libri sulla Shoa messi a disposizione per l’occasione. Alle ore 17.15, in P.zza Fantini, i bambini e ragazzi dei Centri Diurni Minori di Fossacesia e Villa Scorciosa insceneranno lo spettacolo teatrale “Ricordare per non dimenticare”. In caso di cattivo tempo questo spettacolo si svolgerà all’interno del Centro Diurno Minori di Fossacesia.

Si terranno al Liceo Scientifico C. D’Ascanio di Montesilvano le celebrazioni organizzate dal Comune di Montesilvano in occasione del Giorno della Memoria. “Commemorare il dramma dell’olocausto – afferma il sindaco Francesco Maragno, che mercoledì parteciperà alla cerimonia di consegna delle medaglie d’onore conferite ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti, organizzata dalla prefettura di Pescara – trasmettere il ricordo di quei terribili giorni è un dovere al quale un’Amministrazione comunale deve assolvere, soprattutto nei confronti dei più giovani. Per questo ci siamo rivolti a loro, coinvolgendoli in un momento di riflessione e rendendoli direttamente protagonisti”. L’evento, dal titolo “La Pellicola della memoria”, che avrà inizio alle 10:30, dopo i saluti istituzionali dell’assessore agli Eventi Ottavio De Martinis e della padrona di casa, il dirigente scolastico Natalina Ciacio, vedrà un approfondimento dello studioso Camillo Chiarieri. L’olocausto verrà analizzato in 5 fasi differenti che verranno ripercorse con l’ausilio di alcune scene tratte dai piu’ celebri film sulla Shoah. Si inizierà con l’antisemitismo, passando per la deportazione, lo sterminio fino alla liberazione. Al centro un momento di analisi sarà dedicato alle figure degli ufficiali nazisti e delle loro personalita’. “I miei interventi – spiega Chiarieri, laureato in Scienze politiche, autore di libri e pubblicazioni, con uno sguardo particolare all’abruzzesistica, ma anche storico e politologo – non vogliono ripercorrere la cronaca degli avvenimenti che ormai tutti conosciamo. L’obiettivo è di analizzare le ragioni politologiche che portarono alla Shoah, cercando di attualizzarle”. I 5 momenti saranno arricchiti da altrettanti momenti musicali. La band del Liceo D’Ascanio si esibirà in un viaggio musicale tra i brani dedicati alla guerra e al dramma dell’olocausto. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito istituzionale del Comune di Montesilvano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *