Apicoltori Professionisti d’Abruzzo a convegno a Rocca San Giovanni

“Apicoltura: crescita personale e innovazione per una professione di qualità. Tecniche, esperienze e novità scientifiche”. Questo il tema giornata di studio e aggiornamento professionale, promossa dall’Associazione Apicoltori Professionisti d’Abruzzo in collaborazione con il Dipartimento Politiche dello Sviluppo Rurale e della Pescara della Regione Abruzzo, che si terrà domenica, 21 febbraio, all’Hotel Villa Medici di Rocca San Giovanni. La giornata è rivolta ad apicoltori, tecnici, veterinari e appassionati di apicoltura. Adesioni sono arrivate da tutta Italia: dal Piemonte alla Calabria, passando per Basilicata e Campania.

Intenso il programma dei lavori, a partecipazione gratuita. Dopo i saluti di Luigi Iacovanelli, presidente dell’Associazione Apicoltori Professionisti d’Abruzzo, interverranno esperti di caratura nazionale e internazionale: l’ingegner Giancarlo Quaglia, di Floramo Corporation srl, che terrà una relazione sui “Rischi di possibili contaminazioni del miele nella conduzione apistica”. A seguire, sarà la volta di Jos Guth, apicoltore, divulgatore e ricercatore proveniente dal Lussemburgo: parlerà di “La resistenza alla Varroa non è più un’utopia. Quali criteri sono importanti in un’azienda apistica condotta in modo economico”, e di “allevamento di api regine”. Ampio spazio sarà dato alle domande e agli interventi dei presenti, in un’ottica di crescita personale e professionale.

“L’apicoltura – spiega Luigi Iacovanelli, presidente Associazione Apicoltori Professionisti d’Abruzzo – cresce grazie all’esperienza diretta e al confronto virtuoso tra chi vive di questa millenaria attività. Per questo, la conoscenza di intuizioni capaci di dar vita a innovazioni decisive per l’intero settore è sempre più decisiva. Dal 2014, la nostra associazione promuove momenti di autorevole confronto con apicoltori e studiosi che hanno saputo innovare a livello internazionale la nostra professione. Si tratta di occasioni privilegiate per migliorare il nostro approccio all’apicoltura e i nostri prodotti, ma anche per scoprire nuove tecniche e per affrontare i cambiamenti imposti da un mondo in continua evoluzione, direttamente dalla voce dei protagonisti mondiali dell’apicoltura. L’edizione 2016 prosegue con grande entusiasmo questo percorso, con la certezza di contribuire alla crescita non solo dei nostri associati ma anche di quanti intendono condividere con noi il cammino professionale intrapreso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *