Italia Nostra riscopre tesoro artistico di Città Sant’Angelo

L’Associazione Italia Nostra, per la prima volta, dopo 70 anni, è tornata nel sotterraneo della Chiesa Di San Bernardo, riaprendo le antiche catacombe nel sottosuolo di Città Sant’Angelo. Un viaggio che ha riguardato una delle tre cripte della chiesa, ma tanto è bastato a riportare l’attenzione di tutti su un altro tesoro dell’antica città angolana che, è bene ricordarlo, non a caso fa parte dei Borghi più Belli d’Italia. L’area ispezionata (le foto del sopralluogo, scattate da Giovanni Di Gregorio, sono visibili su facebook.com/italianostracittasantangelo), ha permesso di ammirare il soffitto ad archi, in cui sono tutt’ora visibili alcuni tratti degli affreschi che una volta lo ricoprivano e, inoltre, sul pavimento, ricoperto di terra testimonianze ossee, che dimostrano che il luogo era usato per le sepolture.

Ci si aspettano ovviamente nuove scoperte nella rivisitazione delle altre due cripte, che potranno aggiungersi al nutrito patrimonio artistico di Città Sant’Angelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *