Al via campagna regionale Sel per rilancio trasporto pubblico locale

Maggiori risorse finanziarie per il TPL e in particolare per il servizio  ferroviario; investimenti per acquistare nuovi treni ( in Abruzzo l’età media dei treni è doppia rispetto a quella nazionale, si sfiorano i 30 anni di vita dei mezzi con problemi di sicurezza, igiene, efficienza; aumento della offerta dei treni mentre in Abruzzo negli ultimi 5 anni vi è stato un taglio del 25% dei treni. Relazioni storiche come la Pescara-Napoli sono state soppresse, la relazione Pescara-Roma ha tempi di percorrenza superiori a 50 anni fa, decine di treni dei pendolari lavoratori e studenti sono stati soppressi; spostare il 50% delle merci dalla gomma al ferro entro i prossimi 15 anni; stop alla privatizzazione di FS che penalizza gli utenti come è successo nei Paesi, come il Regno Unito, in cui si è scelta questa strada fallimentare; detrazioni fiscali per gli abbonamenti ai mezzi pubblici ferroviari e su gomma; estensione delle aree pedonali nei centri storici; ampliamento delle corsie preferenziali per i bus; sviluppo delle ciclovie; investimenti sulle linee ferroviarie interne verso L’Aquila. Roma, e Teramo; nuovi treni veloci sulla Adriatica che coinvolgano pienamente l’Abruzzo e Pescara; potenziamento del car sharing e bike sharing; allargamento delle fasce orarie del trasporto notturno; un piano Regionale dei Trasporti che scoraggi la motorizzazione privata e punti decisamente sul trasporto pubblico locale per ragioni ecologiche e sociali.

Sono questi i temi che saranno affrontati da una delegazione di Sinistra Italiana-SEL composta dal deputato Gianni Melilla, dal coordinatore regionale Tommaso di Febo, dal coordinatore provinciale di Pescara Daniele Licheri, dal coordinatore provinciale di Chieti Silvio De Lutis e da Davide Morante del coord. provinciale di Sel, nella campagna regionale di SEL Abruzzo per il rilancio del trasporto pubblico locale (TPL). L’iniziativa si articolerà nelle prossime settimane in presidi, volantinaggi e convegni in varie città abruzzesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *