Furti: i carabinieri arrestano due ladri

Un 50enne di Francavilla al Mare, Alessio Cavallucci ed un cittadino rumeno di 28 anni, Costantin Radu, domiciliato a Miglianico, entrambi noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati, questa notte, dai Carabinieri al termine di una colluttazione avvenuta in un’abitazione estiva di Francavilla al Mare dove i due malviventi stavano mettendo a segno un furto. I militari dell’Arma, impegnati nei servizi di controllo del territorio hanno colto in flagranza i due uomini mentre accatastavano elettrodomestici ed altro mobilio che avrebbero poi portato via in un secondo momento. La pattuglia della Stazione Carabinieri di Francavilla al Mare, transitando nei pressi dell’abitazione estiva, in Contrada Vallone che, generalmente, è disabitata in questi mesi, ha notato la porta del garage aperta e si è insospettita. Dopo essersi fermati per controllare hanno visto che all’interno vi erano i due uomini impegnati ad accatastare la refurtiva che, sicuramente, avrebbero portato via con qualche mezzo idoneo. Alla vista degli uomini dell’Arma i malviventi hanno ingaggiato una colluttazione con i militari e uno dei due è riuscito a dileguarsi temporaneamente nelle campagne circostanti venendo però rintracciato, poco dopo, dagli stessi carabinieri che lo hanno definitivamente bloccato. Nell’abitazione del rumeno è stato poi ritrovato altro materiale di provenienza illecita sul corso del quale sono in corso accertamenti per stabilirne la provenienza.

L’8 marzo scorso è stato condannato alla pena di mesi due e giorni 20 di reclusione, a seguito di richiesta di patteggiamento, per la violazione dell’art 73 commi 1 e 1 bis DPR 309/90, G.A., il giovane di Torino di Sangro che nel mese di luglio dello scorso anno i Carabinieri della locale Stazione trovarono nel pieno centro abitato del paese a bordo della propria autovettura con 10 grammi di cocaina, verosimilmente destinati al mercato locale. In quella occasione, i militari furono insospettiti dall’eccessivo nervosismo che il giovane dimostrò all’atto di un normale controllo della circolazione stradale. Dalla successiva perquisizione del veicolo saltò fuori lo stupefacente, confezionato con cellophane ed occultato nel vano portaoggetti dell’auto. La sostanza stupefacente venne sequestrata ed il giovane venne denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vasto, che l’8 marzo scorso, appunto, ha concordato con la pena richiesta dal difensore di fiducia del giovane e poi applicata dal Tribunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *