A Città Sant’Angelo incontro sulla Macroregione Adriatico-Ionica

Gli studenti dello Spaventa abbracciano l’Adriatico. Un’esperienza, costruita all’interno della scuola,  che permette alle nuove generazioni di edificare un ponte per avvicinare culturalmente i popoli che si affacciano sul “Mare Nostrum”. L’idea é nata dalla fattiva collaborazione tra il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne  dell’Università d’Annunzio e il prestigioso istituto Omnicomprensivo ” B. Spaventa di Città Sant’Angelo”.

A  conclusione del corso di lingua serbo-croata istruito nella scuola secondaria angolana, giovedì 17 marzo,, 10.30 – 12.30, nel  Teatro Comunale Città Sant’Angelo,  si é svolto un incontro,  al fine di promuovere gli scambi linguistici e culturali con paesi della Macroregione Adriatico-Ionica, dal seguente titolo:“per una scuola senza (con)fine: attraversiamo il ponte verso nuove prospettive linguistiche, culturali, economiche e sociali”. Al convegno hanno preso parte: il Sindaco di Città Sant’Angelo, Gabriele Florindi; il Dirigente Scolastico Istituto Omnicomprensivo, Domenico Terenzi; il Direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne, in rappresentanza di Carmine Di Ilio, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi “G. D’Annunzio” Carlo Consani e il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco. Tra i relatori: Maria Rita Leto, Presidente del Corso di Studio LM38, cattedra di serbo-croato (’Università G. D’annunzio di Chieti-Pescara), Nicola Mattoscio, Docente di economia Università G. D’annunzio di Chieti-Pescara e Presidente Saga società di gestione dell’Aeroporto d’Abruzzo Massimo Luciani, Direttore Anci Abruzzo Jasminka Pajtak, Collaboratore Esperto Linguistico di Croato dell’Università G. D’annunzio di Chieti-Pescara.

La tavola rotonda è stata moderata da Lorena Savini, Tutor alla Didattica Dipartimento Lingue, Letterature e Culture moderne dell’Università G. D’annunzio di Chieti-Pescara. Particolarmente attento e interessato il numeroso pubblico presente che ha seguito la sessione dei lavori con una attiva partecipazione.Un evento riuscito e ben curato che ha visto il diretto coinvolgimento anche dei  titolari delle aziende del territorio presenti e in particolare, Linda Sigismondi in rappresentanza del direttore dell’Iper Pescara Nord,  della  dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Città Sant’Angelo  Simona Marinelli; la docente referente del liceo Croce di Avezzano, scuola capofila della rete LES Abruzzo e Molise,  Gigliola Ciaccia e le docenti in rappresentanza delle scuole aderenti alla rete: Rosanna Mannias per il liceo Marconi di Pescara; Maria Corradi per il liceo Saffo di Roseto, presente anche la classe; docenti referenti per l’orientamento delle scuole medie della provincia di Pescara;le classi quarte e quinte dell’istituto con i docenti accompagnatori; gli studenti partecipanti al corso di serbo-croato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *