Giornate FAI di Primavera: 19mila visitatori in Abruzzo

Diciannove mila visitatori arrivati da ogni parte d’Italia alla scoperta delle più belle realtà storico-culturali, alcune delle quali solitamente chiuse al pubblico, individuate dalle 6 delegazioni abruzzesi di L’Aquila, Pescara, Teramo, Chieti, Lanciano e Vasto.

E’ il bilancio delle Giornate FAI di Primavera. Organizzato dal Fondo Ambiente Italiano, nell’intera Penisola l’iniziativa ha coinvolto 117 Delegazioni, 78 Gruppi FAI, 72 Gruppi FAI Giovani e 7.000 volontari che con il loro lavoro capillare e la loro preziosa collaborazione  hanno reso possibile a più di 8,5 milioni di poter vedere 900 monumenti e cimentarsi su percorsi selezionati su tutto il territorio nazionale per conoscere e riscoprire l’immenso patrimonio artistico, paesaggistico e culturale che rappresentano l’identità, la storia e le tradizioni delle nostre città.

L’Abruzzo ha contribuito in maniera notevole a questa pacifica invasione con oltre 19 mila visitatori arrivati da ogni parte d’Italia alla scoperta delle più belle realtà storico-culturali, alcune delle quali solitamente chiuse al pubblico, individuate dalle 6 delegazioni abruzzesi di L’Aquila, Pescara, Teramo, Chieti, Lanciano e Vasto coinvolgendo volontari e Apprendisti Ciceroni®, giovani studenti che hanno accompagnato i partecipanti  nei loro percorsi, illustrandone in modo spontaneo, divertente e coinvolgente gli aspetti storici e artistici.

Vero boom di presenze nella provincia di L’Aquila dove in circa 12.000 visitatori si sono lasciati incantare dalle mura della città e dalle attrazioni vicine scelte dalla Delegazione FAI L’Aquila: il Castello di Galliano è stata la meta più visitata di tutto l’Abruzzo, con circa 5.000 accessi nelle due giornate di sabato e domenica.

Contemporaneamente le Delegazioni FAI di Chieti, Vasto e Lanciano accoglievano più di 3.000 visitatori -– nella vista di vere e proprie “chicche”, come i saloni storici della Prefettura di Chieti o l’Istituto Nazionale Tostiano di Ortona, e come le Chiese del Purgatorio e di San Giovanni Battista a Carunchio, la Cappella della Santissima Trinità a Castel Frentano e Palazzo Martucci a Canosa Sannita.

Domenica di festa anche a Popoli, dove la Delegazione FAI di Pescara ha accolto un migliaio di visitatori tra chiese, castelli e case private ma anche lungo il percorso natura della Riserve delle Sorgenti del Pescara e di Monte Rotondo.

Un successo anche la passeggiata culturale curata dalla Delegazione FAI di Teramo: percorso che ha emozionato i 3.500 visitatori per la bellezza dei panorami, fascino e storia di vicoli e architetture della città di Tortoreto Alta, tra edifici ecclesiastici come la Chiesa di Sant’Agostino e quella della Misericordia, alla Domus Muracche, la grotta e le cantine del Palazzo Liberati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *