Mette in casa spie elettroniche: la moglie lo denuncia

La sezione di Polizia Giudiziaria della Polizia di Stato di Chieti ha denunciato un operaio residente nella provincia di Chieti, per abusiva installazione di apparecchiature idonee a intercettare a distanza comunicazioni altrui. A denunciare l’uomo, è stata la moglie, che ieri mattina si è recata negli uffici della Procura di Chieti ed ha sporto denuncia, sospettando che il coniuge avesse potuto installare nella loro abitazione apparati per ascoltare conversazioni. Il pm di turno, Marika Ponziani, ha disposto la perquisizione, affidando il compito di eseguirla alla Polizia di Stato e alla Scientifica della Questura di Chieti, che hanno impiegato poco tempo a individuare le ‘orecchie’ indiscrete presenti in casa.

Sul motivo della loro presenza delle spie, l’uomo ha fornito agli agenti delle motivazioni che non gli sono servite a far scattare nei suoi confronti la denuncia che potrebbe avere consulenze penali non di poco conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *