Ryanair lascia i motori accesi in Abruzzo

Michael O’Leary, Ceo della Ryanair, e il responsabile commerciale della compagnia aerea irlandese, David O’Brien, incassano l’impegno del Governo e si dimostrano possibilisti nel confermare i collegamenti già operativi dallo scalo di Pescara. E’ quanto viene fuori dall’incontro di oggi al ministero dei Trasporti, tra il ministro Graziano Delrio, i vertici del vettore low cost, e i governatori di Abruzzo e Sardegna, Luciano D’Alfonso e Francesco Pigliaru, con quest’ultimo interessato a mantenere le rotte dall’aeroporto di Alghero. Ryanair, come si è saputo al termine dell’incontro, ha avuto garanzie da parte di Del Rio su tre punti: la revisione delle linee guida nazionali sul trasporto aereo, che sono emanazione di quelle europee ma che il vettore legge come più restrittive; tempi certi per la riduzione delle tasse addizionali aeroportuali e l’impegno per la strategicità degli aeroporti minori che puntano ad ottenere pari opportunità rispetto agli scali più importanti della Penisola. In una nota diffusa dall’agenzia Ansa, si legge che il Ministro ha in sostanza confermato l’impegno a rivedere l’aumento sulle tasse sui biglietti aerei varato a fine anno, con l’obiettivo di ridurne al minimo gli effetti, e a rivisitare le linee guida relative agli accordi di incentivazione tra linee aeree e aeroporti. Ryanair, secondo quanto si è appreso, ha apprezzato l’impostazione del ministro Delrio e ha confermato che le modifiche consentiranno una diversa valutazione degli investimenti sugli aeroporti minori italiani. Sarà stilato a breve un calendario di lavoro per affrontare i temi messi sul tavolo, con un ruolo attivo della Conferenza delle Regioni.

Uno spiraglio importante, che fa tenere in piedi i progetti turistici e per gli scambi con una buona parte d’Europa dell’Abruzzo. Non per nulla, a conclusione della riunione, il governatore D’Alfonso è apparso soddisfatto e fiducioso. Tiepide le opposizione in Consiglio regionale. Il capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri, attende di conoscere i dettagli nel corso della seduta urgente e straordinaria del l’assemblea regionale dedicata all’emergenza dei trasporti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *