5° incontro della Famiglia Francescana d’Abruzzo a Casalbordino

Presso l’Auditorium “Tito Molisani” con il patrocinio del Comune di Casalbordino, si è tenuto oggi il  5° incontro della Famiglia Francescana d’Abruzzo. Quest’anno la giornata ha avuto come tema ” .. in cammino per … “.

Il programma, organizzato per questo incontro a visto alle ore 9 l’accoglienza nella sala d’ingresso dell’Auditorium, dalle ore 10 preghiera  cantata da ragazzi e bambini sul palco a seguire  il saluto del sindaco Remo Bello che ha ringraziato i partecipanti, elogiando i principi su cui si fonda la famiglia cristiana. Poi la riflessione sul tema dell’anno giubilare della Misericordia, la meditazione è stata guidata da Padre frà Giulio Cesareo. Alle ore 12 è iniziato il pellegrinaggio dall’Auditorium di Casalbordino alla Basilica della Madonna dei Miracoli, percorrendo corso Garibaldi, piazza Umberto 1°, via De Arcangelis, arrivati alla Basilica tutti i partecipanti sono passati attraverso la Porta Santa di San Benedetto, accolti dal priore Don Paolo Lemme. Alle ore 13:45 pranzo al sacco, dalle ore 14:30 tempo di fraternità e spazio penitenziale, alle  ore 15:45 S.S. Messa, officiata da  padre Franco Nanni frate francescano. L’evento  è stato possibile grazie anche alla  collaborazione dell’Ordine Francescano Secolare d’Italia “Consiglio d’Abruzzo”, dalla Gioventù Francescana e gli Araldini d’Italia.

Da Casalbordino a Teramo, dove il prossimo 4 maggio , alle ore 15,30, nella Sala delle Lauree della Facoltà di Giurisprudenza, Campus Universitario S. Agostino, si terrà il Seminario di studio conclusivo del corrente anno accademico a cura dell’Ufficio per la Pastorale Universitaria, con l’intervento di Mons. Michele Seccia, Vescovo di Teramo-Atri e del Prof. Dino Mastrocola, Prorettore dell’Università degli Studi di Teramo.

Il titolo generale del programma annuale delle attività va proprio sotto il nome di “Prospettive per un nuovo umanesimo” poiché si è voluto considerare gli spunti e i suggerimenti emersi dal Convegno Ecclesiale di Firenze celebrato lo scorso Novembre. L’ultimo incontro vuole fare una sorta di sintesi del cammino percorso nell’anno accademico con i precedenti incontri della Pastorale Universitaria che hanno declinato la visone cristiana dell’uomo nei vari ambiti ed interessi di studio di ogni Facoltà. Nello stesso tempo si desiderano cogliere quei suggerimenti emersi dal Convegno Ecclesiale che al mondo di oggi, e in particolare a quello dell’educazione, oggi la Chiesa ci dona attraverso l’incontro con la Persona di Gesù Cristo. La Chiesa vuole dare il suo contributo all’Università ritenendo che la visione di fede sull’uomo, sul mondo e sulla storia e la cultura, sono chiamate ad incontrarsi in un cammino di collaborazione e di reciproco arricchimento, consapevoli del loro integrarsi per la totale realizzazione dell’uomo.

Per quanto riguarda il programma dell’Ufficio e tenendo presenti questi obiettivi, dopo aver affrontato in Università i temi attuali dell’immigrazione e dell’accoglienza, si sono affrontati quelli del terrorismo internazionale e delle persecuzioni religiose per concludere con la considerazione del rapporto tra lo sviluppo delle tecnologie agroalimentari e il rispetto dell’ambiente e della dignità della persona attraverso gli spunti dell’Enciclica Laudato si.

Presso il Centro Giovani Kairòs, invece, si è parlato di studi universitari, Internet e social networks, individualismo e cooperazione. In collaborazione con i Gruppi di Volontariato Vincenziano si è tenuto un corso di formazione al volontariato in carcere che ha avuto il suo risvolto pratico nel “Progetto Incontro” che terminerà in Luglio prossimo, attraverso incontri mensili degli studenti con i detenuti presso il carcere di Castrogno su tematiche riguardanti la vita e la fede. E’ stata data la possibilità a molti studenti di svolgere servizio presso la mensa diocesana della Caritas. Buona partecipazione hanno avuto anche il ciclo di gite culturali sull’umanesimo a Roma e Firenze, mentre parecchie adesioni si stanno registrando per la prossima gita ad Urbino. La Pasqua Universitaria celebrata nella Chiesa di S. Gabriele in Colleparco, e presieduta da Mons. Seccia, è stata un momento di unità soprattutto con gli studenti, mentre degno di nota è anche il convegno organizzato in collaborazione con Comunione e Liberazione sul decennale della morte di Don Giussani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *