Medici dell’emergenza a convegno a Chieti

La medicina d’urgenza sempre più evoluta, sofisticata e capace di migliorare,  ancora, la risposta al paziente acuto. Ne è un esempio la “Chest pain unit” istituita al Pronto Soccorso dell’ospedale di Chieti, una nuova sub unità, completamente monitorizzata, inserita nell’Osservazione breve per lo studio del dolore toracico ischemico. Si tratta di un’innovazione che porterà a una più precisa valutazione dei casi da ricoverare in Cardiologia e Utic e a una più puntuale stratificazione del rischio coronarico.

L’esperienza del “SS. Annunziata” di Chieti sarà presentata al secondo Congresso interregionale della Società italiana di medicina d’emergenza e urgenza (Simeu), che si svolgerà venerdì 6 e sabato 7 maggio all’Auditorium del Rettorato dell’Università di Chieti. Diversi, e tutti di grande attualità, i temi che saranno affrontati, come le patologie tempo dipendenti, quali ictus e sindrome coronarica acuta, trattamento dell’insufficienza respiratoria e telemedicina.

Il congresso è stato organizzato da Maria Di Felice, presidente Simeu Abruzzo e direttore del Pronto soccorso di Chieti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *