Pescara, apre il centro di recupero e reinserimento sociale Art Of Living

Il 4 giugno, a Santa Teresa di Spoltore, aprirà il centro di recupero e reinserimento sociale Art Of Living, primo in Italia ad essere promosso da Chrysalis, chrysalisitalia.com.

Arriva a Pescara la Chrysalis supported association UK (Regno Unito, www.chrysalissupportedassociationltd.co.uk), nata nel 2003 per fornire un sostegno specialistico nel recupero di persone affette da dipendenze patologiche come da droghe, alcool, fumo, farmaci, alle quali si aggiungono, oggi, dipendenze da sesso, gioco, internet, social network, computer, shopping e molte altre, che non prevedono l’assunzione di sostanze, attraverso un programma che crede fortemente nella prevenzione delle ricadute. Impegnata nel recupero dell’armonia psico-fisica, la Chrysalis supported association UK, sceglie l’Abruzzo per importare il suo metodo in Italia, creando la prima struttura affiliata.

Rino Ferrigno, specialista socio cofondatore della Chrysalis supported association e responsabile del nuovo centro Art of Living, chrysalisitalia.com, promuove l’impiego di una metodologia avanzata che punta al reinserimento sociale, reindirizzando fin da subito alla costruzione di relazioni tese al proprio benessere e riducendo, così, la fase di isolamento conseguente alla dipendenza. La collocazione geografica tiene conto dell’importanza, per gli ospiti, di fruire di un ambiente naturalistico che favorisca il raccoglimento e che sia, al contempo, aperto alle relazioni con l’esterno, ponendosi al centro di una piccola cittadina che concilia perfettamente le due necessità. Per favorire al meglio il reinserimento sociale, in tempi brevi, il metodo del centro prevede uscite accompagnate al di fuori della struttura, come cene, visite di interesse culturale, escursioni.

“Vivere è un’arte”: è la filosofia elaborata dall’equipe di Art of Living, proprio per questo le attività proposte per il recupero del benessere psico-fisico sono multidisciplinari: psicoterapia di gruppo e individuale, preparazione legale e finanziaria per gli ospiti, colloqui motivazionali, meditazione individuale e di gruppo, scrittura autobiografica, arte terapia, giardino terapia, terapia del movimento e film terapia sono solo alcune delle attività del centro. Il “programma dei 12 passi”, inoltre, costituisce un importante traguardo nel mondo del recupero delle dipendenze, soprattutto nel nostro paese: si tratta di un percorso personale che prende in considerazione gli aspetti più importanti dell’esistenza umana reintegrando la dimensione psichica, fisica e spirituale delle persone affette da dipendenza, ma non solo.

Come spiega il Coordinatore Rino Ferrigno, “questo programma darà gli strumenti che servono per il cambiamento e indicherà la strada  per una vita migliore. Il cambiamento è davvero una questione  di scelte, e la scelta è il potere più importante che si ha.”

Attraverso lo sviluppo di programmi personalizzati, il sostegno alle famiglie, il “programma dei 12 passi” e una ricerca all’avanguardia, la struttura si profila a diventare esempio virtuoso nella lotta alle dipendenze “made in Abruzzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *