Riserva del Borsacchio, si volta pagina

E’ partita questa mattina l‘operazione trasparenza per la Riserva del Borsacchio. Alla Villa Comunale di Roseto degli Abruzzi, si è tenuto un incontro dibattito sul futuro dell’area al quale sono intervenuti numerosi cittadini, il sindaco di Roseto, Enio Pavone, l’assessore Fabrizio Fornaciari, il Coordinatore regionale di Ambiente e/è Vita, Patrizio Schiazza, il Presidente Nazionale di Ambiente e/è Vita, Benigno D’Orazio, il progettista del PAN, Fabrizio De Gregoris; è intervenuto altresì Fabrizio Di Stefano che ha manifestato il suo pieno sostegno all’amministrazione comunale ed all’Associazione ambientalista per questa iniziativa.

L’Assessore Fornaciari nel suo saluto ha ripercorso l’iter della Riserva dal 2006 ad oggi, dicendosi certo che ora è stata individuata la via maestra per fa decollare l’area in modo compiuto. L’architetto De Gregoris ha illustrato alcune idee progettuali del PAN (Piano di Assetto Naturalistico) che saranno di modifica dell’attuale piano e di cui l’Amministrazione comunale si farà carico.

Il Sindaco Pavone ha ribadito l’impegno di questa amministrazione e la volontà di far presto e recuperare il tempo perso a causa delle problematiche ereditate; tra queste sicuramente quelle più impegnative sono state  la nuova perimetrazione dell’area e la risoluzione delle problematiche legate ai rapporti con i precedenti progettisti. Per accelerare i tempi si realizzeranno insieme sia il PAN che il PPA (Piano Pluriennale di Attuazione). E molto presto diventeranno tangibili i risultati auspicati, con effetti positivi per tutta la città.

Il Coordinatore Schiazza ha illustrato le linee guida per la gestione della Riserva del Borsacchio, facendo presente che Ambiente e/è Vita gestisce altre quattro aree protette in Abruzzo e pertanto porterà le buone pratiche già sperimentate altrove per lo sviluppo dell’area.

Il Presidente di Ambiente e/è Vita D’Orazio ha prospettato la creazione di un centro di educazione al benessere, in linea con i principi della Carta Europea per il Turismo Sostenibile, centro che unirebbe cultura, ambiente, alimentazione e attività motoria, a testimonianza che in questa riserva l’uomo sarà al centro del sistema ambiente. Altro aspetto del quale ha parlato D’Orazio, è stata l’attivazione dell’operazione trasparenza, d’intesa con l’Amministrazione Comunale di Roseto. Sul sito di Ambiente e/è Vita (www.ambientevita.it) è stato pubblicato un estratto del precedente Piano di Assetto Naturalistico predisposto dall’architetto Nigro, prima delle modifiche alla Riserva operate nel 2012 dal Consiglio Regionale. ‘Tale operazione – ha sottolineato D’Orazio – vuole essere uno mezzo per raccogliere idee, contributi e proposte da parte dei cittadini, affinché nella redazione dei nuovi strumenti ci sia il massimo di partecipazione e condivisione’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *