San Vito, grande partecipazione per santa Rita da Cascia

Iniziata timidamente per la prima volta lo scorso anno, la festa in onore di santa Rita da Cascia, organizzata, per il secondo anno consecutivo a San Vito Chietino, lo scorso 24 maggio dalle signore del Quartiere Colle, con il patrocinio del Comune costiero, ha avuto questa volta una partecipazione di pubblico davvero inattesa. I festeggiamenti in onore della cosiddetta “santa dell’impossibile” sono iniziati con la celebrazione della santa messa nell’antica e suggestiva chiesetta di san Francesco di Paola, situata sul belvedere Marconi, celebrata dal parroco, don Fabio Iarlori, e dal novello sacerdote don Erminio Di Paolo. Dopo la messa, per le vie del centro storico si è svolta la processione, accompagnata dalla banda dei ragazzi della parrocchia di santa Maria del Porto di San Vito Marina, con la statua della santa e la benedizione delle rose, simbolo di santa Rita. Non poteva mancare ovviamente l’aperitivo cenato, preparato dalle signore del Colle, costituito da  sabbrucchele con peperoni ed altri gustosi ingredienti, pizza-pane con frittate, torte rustiche, dolci, vino e acqua. Da tempo immemorabile, il 22 maggio di ogni anno, le signore del Colle festeggiano a San Vito, anche se con una semplice cerimonia religiosa, l’importante e bella figura di santa Rita da Cascia. E’ la seconda volta quindi che viene organizzata una festa civile in onore di santa Rita, malgrado il simulacro esista da sempre nella chiesetta di san Francesco di Paola, posta sul belvedere Marconi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *