Universitario arrotondava spacciando marijuana: arrestato

Detenzione di droga ai fini di spaccio. Questa l’accusa per la quale i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chieti, hanno arrestato un giovane, privo di precedenti, posto agli arresti domiciliari.

Si tratta di un 22enne studente universitario, sorpreso nel corso di servizi appositamente predisposti dagli uomini dell’Arma per il contrasto dei reati in materia di stupefacenti, effettuati a Chieti, con particolare attenzione rivolta verso i luoghi di aggregazione giovanile. I militari, dopo vari servizi di osservazione e controllo, a seguito di insoliti e continui movimenti di giovani, specie in orario serale notturno, in una zona dello Scalo particolarmente interessata dalla presenza di studenti universitari fuori sede, procedevano alla perquisizione personale di P.V., studente universitario iscritto all’UdA e proveniente dalla Calabria, rinvenendo nella sua disponibilità un involucro di cellophane contente infiorescenze di marijuana. Una successiva perquisizione domiciliare consentiva ai militari di rinvenire nell’abitazione del ragazzo ulteriori 40 grammi circa della stessa sostanza stupefacente, suddivisa in 30 involucri, una pianta di cannabis indica di altezza di 60 cm circa, nonché di 2 bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento.

Tutto lo stupefacente era destinato ad essere smerciato consumato nell’ambiente degli studenti, nel corso di festini e serate allegre, considerando l’attività di spaccio come una semplice e redditizia maniera per poter avere qualche soldo in più a disposizione, senza aver preso in considerazione né il disvalore sociale dell’azione né le severe conseguenze penali da essa derivanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *