Garante detenuti Abruzzo, presidio il 13 giugno presso il Consiglio Regionale

Lunedì 13 giugno il Consiglio Regionale dell’Abruzzo tornerà a riunirsi a L’Aquila con all’ordine del giorno la nomina del Garante dei detenuti. Proponiamo a tutte le persone, i gruppi, le associazioni che ritengono indifferibile tale nomina di ritrovarci davanti al Palazzo dell’Emiciclo a L’Aquila per un presidio alle ore 11 per chiedere di non rinviare ulteriormente un adempimento su cui l’Abruzzo è già in grandissimo ritardo”.

Lo dichiarano Maurizio Acerbo, membro della direzione nazionale di Rifondazione Comunista, e Vincenzo Di Nanna, segretario di Amnistia, Giustizia e Libertà Abruzzi.

La legge istitutiva del Garante è inapplicata da cinque anni. Tale ritardo danneggia non solo le persone sottoposte a misure restrittive, ma l’intero sistema carcerario. Il leader radicale Marco Pannella, ormai quasi un anno fa, aveva lanciato la candidatura dell’on. Rita Bernardini la cui competenza in materia è indiscussa e testimoniata da decenni di impegno concreto: nonostante un appello che ha visto firmatari illustri e trasversali, oltre 2.000 adesioni sui social network e le dichiarazioni della stessa candidata, che si è detta disponibile a farsi da parte purché avvenga finalmente la nomina, il Consiglio Regionale non ha ancora provveduto ad eleggere il Garante dei detenuti”, proseguono Di Nanna e Acerbo.

Dopo il commosso omaggio reso a Marco Pannella dalle istituzioni e dai cittadini italiani e abruzzesi in occasione della sua scomparsa, torniamo ad auspicare che venga finalmente eletto il Garante, richiesta che Pannella ha instancabilmente ripetuto fino a quando la malattia non gli ha impedito di partecipare alla vita pubblica. Proponiamo di ritrovarci lunedì 13 alle ore 11 di fronte al Palazzo dell’Emiciclo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *