Con la famiglia per spacciare droga: la Finanza arresta corriere

La Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Chieti, sotto la direzione del Tenente Colonnello Alberto De Ventura, dopo una lunga indagine investigativa è riuscita a bloccare un giovane residente a Cerignola, il quale arrivava di frequente a Francavilla al Mare e lì cedeva consistenti quantità di droga a vari “pusher” del litorale chietino. Lo stupefacente, hashish in particolare, se spacciato “al dettaglio”, avrebbe reso complessivamente dai 10 ai 15 mila euro. Il corriere è stato seguito per mesi nei suoi numerosi viaggi. Ai finanzieri, che si sono appostati nei pressi del casello autostradale di Francavilla al Mare proprio per riuscire a individuare chi provvedeva a far arrivare la droga nella città adriatica, hanno istretto il campo e sono riusciti a individuare anche l’automezzo utilizzato dal giovane: una Volkswagen Golf. La scorsa settimana, i Finanzieri decidevano di fermare l’autovettura nei pressi dell’area di servizio “Il Carro”, sulla A14  alla cui guida c’era C.A. di 25 anni. In auto con lui la moglie e dal figlio minorenne.

Quella che si è mostrata ai Finanzieri all’apparenza poteva sembrare una semplice famiglia intenta a recarsi al mare presso la località balneare di Francavilla al Mare per una bella vacanza, infatti, all’interno dell’autovettura vi era presente tutto l’occorrente per un lungo soggiorno (sdraio, ombrellone, secchielli, vestiti e borsa frigo).

I Finanzieri, alla luce delle informazioni raccolte e vedendo l’eccessivo nervosismo mostrato dal conducente alla vista della pattuglia, procedevano ad un controllo approfondito dell’automezzo e rinvenivano, ben celato sotto il sedile di guida, un panetto di “hashish” del peso di oltre un chilo.

C.A. veniva pertanto tratto in arresto ed accompagnato presso la Casa Circondariale di Chieti a disposizione dell’A.G. inquirente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *