TUA: rinnovato il CdA. Parte la fase degli investimenti

Luciano D’Amico, presidente, Gianni Di Vito, Guido D’Ezio, vice presidente, e Natascia Passerini, ingegnere pescarese. E’ questo il nuovo consiglio d’amministrazione TUA, l’azienda unica di Trasporti abruzzese, nominata oggi nel corso dell’Assemblea dei soci, svoltasi nella sede della società, a Pescara, e riunitasi per l’esame del bilancio d’esercizio 2015, ad un anno dalla fusione tra Arpa, Sangritana e Gtm che ha dato vita appunto a TUA. Il direttore generale è l’ingegnere Giuseppe Alfonso Cassino.

Per quanto attiene al bilancio, i numeri sciorinati in assemblea parlano di un sostanziale consolidamento del patrimonio, frutto anche di un drastici  su spese che in passato pesavano, e non poco, sulla gestione. Nel 2015, sono state trasportate 28 milioni di persone, 37 milioni di chilometri percorsi con una flotta mezzi di  870 autobus, 17 locomotive merci e 16 convogli passeggeri.

Numeri che hanno posizionato la società di trasporto abruzzese decima in Italia per il fatturato registrato (140,1 milioni di euro) e settima per i chilometri percorsi (37,9 milioni). Ora si punterà alla fase degli investimenti, con l’ammodernare del nostro parco mezzi.

“Agiremo in questo in questa direzione per tre motivi: mettere in sicurezza i nostri passeggeri, elevare la sostenibilità ambientale e migliorare la mobilità come ci chiede Bruxelles. Siamo nel mezzo del cammino – ha spiegato il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso – ora dobbiamo migliorare la qualità dei collegamenti: basta con gli autobus vuoti. Voglio sottolineare l’ottimo lavoro di rieducazione portato avanti circa l’acquisto di beni e servizi: c’é una immoralità, infatti, quando si compra male. Si tratta di una pagina straordinaria quella scritta, invece, da Tua, rispetto a questo tema, anzi la considero un antibiotico all’indirizzo di tutti gli altri acquirenti. Operando sulla copertura assicurativa dei mezzi, pensate, abbiamo risparmiato circa due milioni di euro: in quel caso, oltre all’immoralità, c’é anche il demoniaco, vista la condizione della finanza pubblica. Come socio unico – ha concluso D’Alfonso – garantiremo gli investimenti per rinnovare il parco mezzi”. Inoltre, oggi sono stati consegnati, dalle ditte fornitrici, 36 nuovi autobus che amplieranno il parco mezzi di Tua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *