Bottini di furti tra Pescara e Montesilvano recuperati dalla polizia

Due disturbatori di frequenza usati per inibire il funzionamento degli allarmi delle autovetture;  arnesi da scasso; circa 300 tra portafogli, borse e borselli; 100 paia di occhiali da sole; 25 telefoni cellulari; 2 computer portatili; 2 palmari; decine di chiavette USB; chiavi di autovetture; 1 valigetta contenente un set di pipe di pregio; 1 borsa da medico contenente strumentazione sanitaria; 3 macchinette fotografiche; 1 robot da cucina; 15.800 euro in contanti.

E’ quanto ha recuperato la Squadra Mobile di Pescara al termine di una operazione che ha portato alla denuncia per ricettazione e furto, di Vitantonio Bombino, 37 anni, pregiudicato di Trinitapoli, ma da tempo residente in provincia di Pescara.

Nell’ambito di una articolata attività di indagine concernente una organizzazione criminale specializzata in furti su autovettura, nell’abitazione dell’uomo è stata rivenuta refurtiva, frutto di centinaia di furti su auto in sosta, commessi negli ultimi mesi tra Pescara e Montesilvano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *