Falsi contratti di fornitura di energia elettrica: due denunce

Avevano falsificato le firme del parroco di Tossicia e Colledara e di altri ignari utenti di quei comuni  nei contratti di fornitura di energia elettrica a favore della società “Green Network Luce e Gas”. I Carabinieri della Stazione di Tossicia hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, due procacciatori d’affari domiciliati a Bari e Pescara.

L’indagine è partita nel mese di giugno scorso a seguito della querela presentata dal parroco ai carabinieri della Stazione di Tossicia, che aveva segnalato il cambio del gestore di energia elettrica di tutte le sedi  della propria parrocchia, avvenuto a sua insaputa. Alla segnalazione del parroco ne era seguita un’altra, pervenuta da una signora residente nello stesso comune. I militari hanno acquisto le copie dei contratti ed hanno accertato che le firme apposte nei contratti erano false. Al termine degli accertamenti i carabinieri hanno identificato e denunciato in stato di libertà due procacciatori per truffa e sostituzione di persona.

Spregiudicati procacciatori adottano ogni espediente per indurre in errore ignari utenti, soprattutto gli anziani. E’ opportuno sottolineare ancora che bisogna adottare tutte le cautele del caso evitando di fornire dati personali o documenti (carte di identità, codici bancari, bollette ecc.) da cui rilevare dati che potrebbero essere utilizzati, senza consenso, per scopi illeciti. Ancora una volta si segnala il numero di emergenza 112, per avere un immediato supporto e consentire il pronto intervento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *