Parco Nazionale della Costa Teatina. Melilla: “Renzi firmi perimetrazione”

“Dopo 15 anni, ancora siamo all’anno zero per il quarto Parco Nazionale della nostra regione”.

Così Gianni Melilla, Deputato Sinistra Italiana, Segretario di Presidenza della Camera, che oggi è tornato a chiedere al Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi di firmare la proposta di perimetrazione del Parco Nazionale della Costa Teatina depositata il mese di maggio del 2015 dal commissario ad acta Giuseppe De Dominicis.

“Sono passati 16 mesi senza nessuna logica se non un sotterraneo e illegale ostruzionismo di fatto. La legge nazionale istitutiva del Parco della Costa Teatina è stata approvata nel lontano 2001. Siamo in presenza di uno scandalo, di un furto alla legalità, di una ingiusta penalizzazione delle popolazioni interessate e dell’intero Abruzzo.. Il Governo dovrà rispondere tra una settimana alla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati. E non faremo sconti ad una condotta istituzionale inqualificabile ed illegittima che configura un reato di abuso di potere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *