Convegno geometri e architetti a Lanciano per rendere più sicure le nostre case

Geometri e architetti si incontrano a Lanciano per discutere e mettere in campo i sistemi più idonei per rendere le costruzioni, esistenti e quelle da realizzare, sempre più sicure e resistenti agli eventi sismici e alle alluvioni. L’importante seminario di aggiornamento professionale, sul tema “Sicurezza & sostenibilità – Progettazione consapevole del territorio e degli edifici”, si è tenuto nell’auditorium “Gennaro Paone” della Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Nel corso dei saluti di rito, il dott. geom. Rocco Santone, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Chieti, rivolgendosi alla gremita platea di tecnici, ha detto che non è più possibile piangere i morti causati dai terremoti, ma che è giunto il tempo di attuare una politica per una efficace prevenzione, mettendo in sicurezza tutti gli edifici, sia pubblici che privati, prima e non dopo i sismi. I qualificati relatori, intervenuti nel corso del convegno, hanno trattato diversi e, purtroppo, attualissimi argomenti legati perlopiù ai recenti eventi tellurici che, com’è ormai noto, hanno sconvolto e distrutto interi territori del centro Italia, causando decine e decine di vittime e perdite di importanti patrimoni artistici e architettonici. Si è parlato quindi di pianificazione e prevenzione sismica (arch. Irene Cremonini), di vulnerabilità sismica, danni da terremoto e tecniche innovative per la salvaguardia degli edifici (prof. ing. Antonello Salvatori). Non sono comunque mancati altri interessanti interventi, come quello sulla sostenibilità e la sicurezza degli edifici (arch. Francesco Masciarelli) e sulle nuove sfide dell’ingegneria sismica (prof. ing. Stefano Pampanin). L’arch. Marcello Borrone ha infine trattato il tema dal titolo “Tra astrazione dei propositi e realtà quotidiana, la consapevolezza condivisa”. Nel corso dei lavori si è svolta anche la premiazione dei concorsi nazionali per la migliore tesi e urbanistica in rosa.

Il convegno è stato organizzato dall’associazione onlus “Ilaria Rambaldi”, che prende il nome dalla giovane studentessa di Lanciano che perse la vita nel crollo della casa dello studente dell’Aquila nel corso del terremoto del 2009.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *