Derrate umanitarie gettate: la CRI di Lanciano chiede si faccia chiarezza

In un momento così difficile, a fronte dell’acutizzarsi dei fenomeni di povertà, anche un solo pacco di pasta gettato tra i rifiuti rappresenta uno schiaffo alla dignità delle persone che hanno bisogno e all’impegno di coloro che tentano di lenire quelle difficoltà. E’ questo il senso dell’intervento del Comitato della Croce Rossa Italiana di Lanciano dopo aver appreso il ritrovamento di derrate umanitarie presso una discarica abusiva in una zona periferica della città.

“Pur non conoscendo l’entità del fenomeno, il Comitato esprime dolore e sconcerto per quanto accaduto. La nostra organizzazione locale gestisce aiuti U.E., come del resto altre associazioni impegnate sul territorio nel volontariato, e lo fa seguendo procedure rigorosissime: la presa in carico delle merci, l’immagazzinamento ed in fine la loro distribuzione è puntualmente documentata e dunque tracciata da un sistema sempre verificabile, nel quale vengono annotati anche gli estremi dei documenti di chi ha beneficiato del singolo aiuto. Gli alimenti trovati non sarebbero neppure venuti a scadenza, tingendo l’intera vicenda di tonalità ancor più assurde e fosche: quegli alimenti potevano ancora servire. Naturalmente il Comitato confida nell’operato degli organi di giustizia affinché possano accertate i fatti, anche nell’interesse delle tante associazioni di volontariato che si impegnano quotidianamente per far fronte all’emergenza povertà nel comprensorio Frentano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *