Filt Cgil: a Vasto confronto pubblico sul futuro dei trasporti

la Filt Cgil Abruzzo e la Filt Cgil Molise unitamente alle rispettive Segreterie Confederali e con il patrocinio del Comune di Vasto, organizzano per venerdì 7 ottobre 2016 – alle ore 14.30 – presso il Palazzo D’Avalos in Vasto una iniziativa pubblica sui trasporti e, nello specifico, sugli effetti che il DPCM 11 marzo 2013, ha determinato in termini di penalizzazioni e di tagli di risorse nei confronti di alcune regioni del Mezzogiorno, tra le quali, come è noto, figurano sia l’Abruzzo (8 mln € in meno) che il Molise (3,1 mln € in meno).

Si tratta per l’appunto di un momento di confronto pubblico sul futuro dei trasporti che, in sintesi, vuole prioritariamente concentrarsi su una analisi del sistema di valutazione previsto a livello nazionale dai meccanismi vigenti che costringe regioni come l’Abruzzo – la confinante regione Molise ed altre – a misurarsi con le regioni che, per presenza di grandi città metropolitane e certamente anche ‘buone pratiche’, registrano altissimi livelli di volumi di traffico e di viaggiatori trasportati. Il risultato di questi anni è stato l’inserimento della nostra regione tra quelle non virtuose (nonostante la coraggiosa ed impegnativa riforma che ha permesso la nascita di TUA) con conseguenti tagli di risorse che vengono ristornati a regioni che sono ed evidentemente saranno sempre più virtuose e che costringono, invece, la Regione Abruzzo ad utilizzare la leva dei tagli ai servizi e dell’aumento delle tariffe.

L’interesse di CGIL è discutere di questi temi nell’ottica di arrivare a condividere con le istituzioni percorsi che possano portare ad investire nel trasporto pubblico perché mantenga il suo valore di servizio essenziale e divenga di maggiore sostegno nonché appetibile per tutti i cittadini che attualmente non ne fruiscono. Nell’iniziativa si parlerà anche del trasporto in generale e di sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria anche alla luce dei tragici eventi della scorsa estate verificando quali investimenti possono essere realizzati tra Abruzzo e Molise.

Alla luce dell’importanza di quanto sopra descritto e auspicando un prezioso contributo al dibattito, abbiamo deciso di coinvolgere i rappresentanti abruzzesi/molisani delle Istituzioni (Parlamentari e Consiglieri Regionali), le associazioni dei consumatori, i rappresentanti dei pendolari (studenti e lavoratori) e i rappresentanti delle aziende di trasporto.

Chiuderà i lavori il Segretario della Filt Cgil Nazionale, Alessandro Rocchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *