LancianoFiera s’appresta ad ospitare la terza edizione di “Nundinae”

Nel polo fieristico d’Abruzzo di Lanciano sta per partire la terza edizione di “Nundinae dell’Arte Sacra e dei Mestieri”, la rassegna per scoprire il territorio percorrendo le vie dei mercanti e dei pellegrini tra natura, storia, spiritualità, fede, arte e artigianato. La rassegna prevede diversi significativi momenti come quello legato alla restituzione della “pianeta” denominata “Casula di Lanciano”, che ha recuperato il suo antico splendore grazie al certosino lavoro di restauro eseguito da Tiziana Benzi, sotto la direzione di Lucia Arbace, responsabile del Polo Museale d’Abruzzo. Nundinae è anche un viaggio nella memoria e nella fede, un viaggio alla scoperta di nuovi e suggestivi percorsi che uniscono la bellezza del paesaggio, la ricchezza degli elementi architettonici con atmosfere intrise di storia e di spiritualità.

La rassegna rappresenta anche l’occasione per conoscere e approfondire, attraverso gli interventi e le spiegazioni di relatori qualificati e di esperti del settore, quali sono le nuove possibilità per la costruzione di luoghi di culto. Nel pomeriggio di lunedì 24 ottobre, nel polo fieristico, architetti, geometri ed ingegneri parteciperanno ad un seminario di aggiornamento professionale per trattare la gestione del patrimonio riguardante gli edifici di culto. «Desideriamo offrire un momento d’incontro culturale e formativo – ha spiegato Franco Ferrante, presidente di Lancianofiera – per contribuire allo sviluppo dei luoghi di spiritualità cristiana e non solo». L’iniziativa rappresenta comunque anche una efficace opportunità per promuovere Lanciano e il suo territorio. Nel programma sono infatti previste visite guidate in alcuni luoghi simbolo della città. La fiera esce dunque dai confini dell’area tradizionale per conoscere meglio una parte significativa del patrimonio artistico e religioso che a volte sfugge al visitatore e che, invece, merita grande attenzione. Domenica 23 ottobre in programma ci sono le visite al Museo Diocesano, luogo ricco di capolavori e di opere straordinarie, al Santuario del Miracolo Eucaristico, meta di migliaia di fedeli e pellegrini, e alla Lanciano sotterranea e misteriosa, partendo dai locali di San Legonziano fino ad arrivare al Diocleziano. Sempre domenica, alle 16.30, si terrà un incontro, a cura dell’Unione Ciclistica Lanciano, sul tema “Pedalando tra i cammini d’Europa”, che sicuramente catturerà la curiosità dei visitatori e degli appassionati delle due ruote.

Lunedì 24 in fiera si terrà l’Incontro Regionale del Clero, con la partecipazione di tutti i vescovi e sacerdoti d’Abruzzo e del Molise. Saranno oltre 650 i prelati ed è previsto l’arrivo di una ventina di confraternite. «Lanciano è ricchissima di capolavori – ha precisato don Antonio Di Lorenzo, vicario della Diocesi Lanciano Ortona. – Questa manifestazione valorizza l’arte e i mestieri che hanno per oggetto il sacro». La mostra dell’arte sacra e dei mestieri resterà aperta il 23 e il 24 ottobre prossimi dalle 9.30 alle 19 con ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *