Ferrovie, i sindacati chiedono impegni per l’Abruzzo

Con un documento analitico e circostanziato, le Segreterie regionali Attività Ferroviarie di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Orsa, Ugl AF e Fast hanno inteso accendere un faro sul ruolo presente e futuro del Gruppo FSI nella Regione Abruzzo. Il documento, inviato al Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, ai Parlamentari abruzzesi ed a tutti i Consiglieri regionali, si propone di sensibilizzare anche la politica su questo tema, atteso che il Gruppo FSI, nelle sue diverse componenti, sarà l’attore principale dello sviluppo infrastrutturale e trasportistico nazionale, in quella che il Ministro Delrio definisce comunemente “cura del ferro”. Trasporto regionale, Lunga Percorrenza, Cargo ed RFI possono e devono portare nella nostra Regione soluzioni ed investimenti che diano finalmente al territorio il ruolo che merita, stante la sua baricentricità rispetto alla dorsale adriatica ed atteso che, specie per il trasporto merci, da solo produce la gran parte del trasportato delle Regioni dell’Italia centrale, con partenza ed arrivo alla Stazione di Fossacesia. Stesse aspettative si attendono per il Trasporto Pubblico Locale su ferro, l’ambito nel quale nell’ultimo periodo le Ferrovie dello Stato hanno dato un chiaro segnale attraverso l’assunzione di decine di giovani, tutti assegnati al personale viaggiante. Con la sottoscrizione di un nuovo Contratto di Servizio, si spera a breve, e con l’investimento in ulteriore nuovo materiale rotabile, da aggiungersi ai Jazz ed agli Swing già operativi, il Trasporto regionale, unitamente alla cosiddetta Lunga percorrenza, ovvero i collegamenti interregionali, può e deve rappresentare la svolta in termini qualitativi ed occupazionali per un servizio, come quello offerto ai pendolari, che è al centro del nuovo Piano industriale recentemente svelato dall’AD Mazzoncini.

L'incontro di questa mattina nella sede della TUA ad Avezzano

L’incontro di questa mattina nella sede della TUA ad Avezzano

Per restare in tema trasporti, si è svolto questa mattina ad Avezzano, nella sede della Tua, alla presenza del consigliere regionale Lorenzo Berardinetti, del consigliere delegato ai trasporti della Regione Abruzzo Camillo D’Alessandro e del responsabile di sede Gennaro Marfisi, un vertice per analizzare la situazione del trasporto pubblico della Marsica alla luce della riforma messa in atto dalla Giunta regionale abruzzese.

“Ho preso atto del nuovo corso avviato nella sede di Avezzano – ha dichiarato Camillo D’Alessandro, – sicuramente esistono delle problematiche che affronteremo come quella del parco mezzi e, quindi, del capitolo manutenzioni, ma”, ha tenuto a evidenziare il consigliere con delega ai trasporti, “è stato ricostituito un governo dell’azienda che ci aiuterà a fare bene ed a migliorarci”. Soddisfatto il consigliere regionale Berardinetti che ha sottolineato la particolare attenzione che, come Regione Abruzzo, si sta riservando al trasporto pubblico del territorio Marsicano. “Daremo nuovo impulso per valorizzare e sviluppare la mobilità regionale e in particolare quella della Marsica; gli obiettivi da perseguire sono chiari e sono tutti volti a rendere moderno ed efficiente il servizio –  ha continuato Berardinetti, – la sede di Avezzano è la seconda nell’intera regione Abruzzo per territorio coperto e per chilometri percorsi e in ordine alla quantità di prestazioni offerte all’utenza. Tanto è stato fatto, molto resta ancora da fare. In questi giorni stiamo sciogliendo nodi importati come quelli relativi al fabbisogno del personale e un efficientamento dei mezzi in circolazione. Quella del trasporto pubblico locale è una delle sfide più importanti che il nostro territorio dovrà affrontare e rispetto alla quale, insieme al consigliere D’Alessandro, stiamo lavorando con grande impegno per individuare soluzioni ottimali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *