Cammino del Volto Santo, incontro con 33 sindaci a Manoppello

Si svolgerà domani, venerdì 21 ottobre alle ore 11 un incontro nel Comune di Manoppello tra l’assessore della Regione Abruzzo ai Parchi e Riserve Donato Di Matteo e 33 sindaci del Cammino del Volto Santo per parlare della terza edizione e dei progetti in programma per il prossimo anno. La riunione servirà ad inquadrare insieme un sistema promozionale delle aree interne attraversate dal Cammino del Volto Santo. Un progetto che ha compiuto il miracolo di riunire, attorno al capofila Comune di Manoppello, sede della Basilica del Volto Santo, ben 33 Comuni fra piccoli e grandi disseminati lungo il percorso, distribuiti fra due regioni (Abruzzo e Lazio) e tre province (Pescara, L’Aquila, Roma), promotore una Associazione Temporanea di Scopo. Anche Rai 5 Cultura accenderà i riflettori sul Cammino del Volto Santo, sono in corso in questi giorni le riprese  per la puntata del programma “Giubileo. L’Altro Sguardo”, trasmissione di Caterina Doglio con la regia di Daniele Biggiero, che sarà interamente dedicata al percorso spirituale da Roma a Manoppello e andrà in onda su Rai 5 domenica 6 novembre.

“Si conferma così l’interesse mediatico per il Cammino del Volto Santo – spiega l’assessore Di Matteo – come progetto in grado di canalizzare l’attenzione su territori spesso dimenticati e trascurati, popolati sempre meno e purtroppo difficili da vivere per chi li abita. Paesaggi, paesi e persone di straordinaria bellezza, che conservano ostinatamente un immenso patrimonio di beni materiali e immateriali che giustamente possono essere definiti come un grande Museo all’aperto. Abbiamo abbracciato questo progetto con la convinzione che potesse essere una vetrina importante di promozione per la nostra regione. Raccontare gli aspetti salienti dei 300 chilometri fra il Lazio e l’Abruzzo, percorsi a piedi da pellegrini e viandanti alla ricerca di un contatto forte e autentico con la bellezza dei territori ma soprattutto con le persone che li vivono e che con il loro resistente radicamento nei luoghi natii contribuiscono alla conservazione e alla valorizzazione di beni naturali e culturali, dei modi di vita, dei paesaggi, delle tradizioni.  Il Cammino, col passaggio di viaggiatori a piedi, in bicicletta o a cavallo, rappresenta una preziosa cartina di tornasole della qualità, cura e vivibilità dei territori, contribuisce a evidenziare le eccellenze ma anche a monitorare e segnalare le problematiche piccole e grandi che li affliggono”. Il documentario di Rai5 segue l’attività di “segnatura” sul territorio del percorso del Cammino del Volto Santo, stilando il lavoro degli attivisti e volontari del Centro di Iniziativa Socio Culturale, organizzazione non profit abruzzese impegnata da tre anni nel progetto, ideato e coordinato dal Dott. Emanuele De Luca il quale ha saputo rispondere perfettamente alle esigenze di connessione tra i territori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *