La terra trema nelle Marche: scossa del 5.6 avvertita anche in Abruzzo

Nuova forte scossa di terremoto nel Centro Italia. Il movimento tellurico, registrato alle 19:11 e di magnitudo 5.6 sulla scala Richter, è stato avvertita poco fa in tutte le Marche, dalle zone terremotate dell’Ascolano ad Ancona, a Fabriano e Pesaro. Molte persone sono uscite di casa spaventate. Tantissime le chiamate ai vigili del fuoco. Non si sa ancora se ci sono stati danni.

L’epicentro è nella zona dei Monti Sibillini, ai confini con Umbria e Abruzzo. Nella zona, in provincia di Macerata, sono saltate le linee elettriche. I comuni interessati al sisma di questa sera sono Castelsantangelo sul Nera, Visso, dove si segnalano  alcuni crolli, Ussita e Preci. Crolli nella zona rossa di Amatrice, disabitata dopo il 24 agosto scorso quando la località del reatino è stata duramente colpita dal terremoto.

Secondo quanto si apprende, danni ad edifici si registrano a Castelsantangelo sul Nera, comune di poco più di 300 abitanti, a pochissima distanza dall’epicentro. Non ci sono al momento notizie su vittime. Il piccolo centro è al buio ed è interessato da una perturbazione che rende difficoltosi i soccorsi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *