Recuperato il corpo del sub pescarese Matteo Cavarocchi

Era a 70 metri di profondità, ritrovato da un robot subacqueo nei pressi della piattaforma Squalo, tra   Roseto e Giulianova. In quella zona, mercoledì scorso Matteo Cavarocchi, 28 anni, di Pescara, si era immerso per una battuta di pesca insieme ad un amico. E’ stato quest’ultimo, dopo essere riemerso a dare l’allarme quando si è accorto che Cavarocchi non era tornato in superficie. Il corpo del giovane è stato recuperato oggi quando sono riprese le ricerche, interrotte a causa del maltempo. A scoprirlo, Perseo il Remotely Operated Vehicle dei Vigili del Fuoco, robot sottomarino con sonar e manipolatore per il recupero di oggetti o corpi, filoguidato da una postazione remota in superficie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *