Sisma: a Basciano situazione difficile

57 sfollati e ingenti danni. Numeri che mettono Basciano tra i comuni più colpiti dalle scosse telluriche.

“Siamo di fronte a danni incalcolabili nel nostro comune – dice il sindaco  Alessandro Frattaroli -. A seguito del sisma del 24 agosto sono state sgomberate 15 persone: 4 nuclei familiari con rilascio di autonoma sistemazione per 8 persone; 2 nuclei familiari per complessive 6 persone hanno fatto richiesta di moduli abitativi provvisori; 1 nucleo familiare composto da una persona ospitata presso familiari. Il sisma del 30 ottobre ha ulteriormente aggravato la situazione, ad oggi sono state già 5 le ordinanze di inagibilità che hanno riguardato 5 nuclei familiari e 18 persone che sono provvisoriamente ospitati presso centri di ricovero organizzati dal Comune di Basciano con la Protezione Civile A.N.A. di Basciano.

Sisma: a Basciano situazione difficile

Sisma: a Basciano situazione difficile

In attesa di verifiche più approfondite da parte della Protezione Civile, in queste ore si sta provvedendo allo sgombero temporaneo delle palazzine Ater in cui risiedono 12 nuclei familiari per un totale di 24 persone, portando il numero degli sfollati a 57.  A forte pericolo di crollo anche una stalla con 40 bovini. Sono state dichiarate inagibili 3 chiese (San Flaviano a Basciano, Santa Maria di Basciano nell’omonima frazione e chiesa della frazione di Sant’Agostino) a seguito del sisma del 24 agosto 2016 e che ora hanno subito ulteriori danni con pericolo di crollo. È in corso la messa in sicurezza del centro storico a causa di pericoli per la pubblica incolumità. Per questo motivo è stata chiusa una sua parte nell’area ricompresa tra Porta Penta e Rua Landi. Inoltre si sta procedendo all’abbattimento di una vecchia cabina Enel che minaccia le case sottostanti. Infine, si registrano diversi danni alle attività industriali, artigianali, agricole e commerciali del territorio. Una situazione drammatica – dice Frattaroli- ma non ci siamo persi d’animo, già dalla serata del 30 ottobre abbiamo allestito un campo composto da 4 tende con un potenziale di accoglienza di 40 persone. Questo è stato possibile grazie al supporto del gruppo della Protezione Civile A.N.A. di Basciano, del corpo nazionale della Croce Rossa Italiana sezione Val Vomano. Grazie all’ASD Zampitto, è stato possibile aprire la struttura Sportiva Indoor in cui sono state collocate anche delle brandine. Nei giorni seguenti sono state allestite altre due tende in frazione Sant’Agostino e una nella frazione di S. Maria. Delle quattro tende installate nel campo sportivo comunale di Basciano tre sono state dotate di riscaldamento. Gli spogliatoi dell’impianto sono stati vuotati lasciando il posto ad altre 15 brandine. Il totale dei posti letto disponibili è di 60. Sappiamo già da ora che le ordinanze di inagibilità aumenteranno, poiché non sono ancora iniziati i sopralluoghi con l’intervento della Protezione Civile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *