Spaccio, carabinieri eseguono arresti a Ortona e Pescara

I militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Ortona, a conclusione di una mirata attività info-investigativa, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Silvio del Ciotto, 22enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine. Il giovane è stato sorpreso, la notte scorsa, dai militari al Lido Ricco subito dopo aver ceduto una dose di cocaina, del peso di grammi 0,3, a un giovane della zona, il quale, a sua volta, verrà segnalato alla Prefettura di Chieti per uso personale non terapeutico di stupefacenti e per le conseguenti procedure riabilitative. Sull’arrestato i militari dell’Arma hanno rinvenuto ulteriori 5 dosi della medesima sostanza stupefacente, per un peso complessivo di 2 grammi circa, già pronta per la cessione a terzi.

Il gip del tribunale di Chieti, nell’udienza di convalida tenutasi nella mattinata, ha convalidato l’arresto e condannato il giovane alla pena sospesa di 8 mesi di reclusione.

A Pescara, un venezuelano di 36 anni è stato sorpreso con mezzo kg di cocaina arrestato dai Carabinieri. Il giovane sudamericano, è stato fermato da una pattuglia poco lontano dai luoghi della movida del centro cittadino. I militari hanno eseguito un controllo nell’auto dell’uomo, rinvenendo otto dosi di cocaina già confezionate e la somma contante di 850 euro in banconote di vario taglio in tasca. Si è poi proseguito a perquisizione domiciliare, in un appartamento nel quartiere di Rancitelli, dove sono trovati altri due involucri di coca, una da 60 grammi ed uno di oltre 350 grammi. Sono state recuperate, inoltre, due confezioni una con 10 involucri da 5 grammi ciascuno ed un’altra con 12 dosi già confezionate. Recuperati anche due ovuli del peso complessivo di 12 grammi. I Carabinieri hanno anche trovato altre sostanze stupefacenti in alcuni piatti, pronte all’uso o ad essere confezionate. Rinvenute alcune dosi di hashish e marijuana. Complessivamente è stato sequestrato oltre mezzo chilogrammo di droga. Nell’abitazione, infine, sono stati trovati anche 4000 euro e un bilancino di precisione. L’uomo, che lavora come cuoco in un ristorante della città, è stato rinchiuso in carcere a San Donato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *