Sisma: completati i controlli nelle scuole di Teramo

Sono terminati quest’oggi i sopralluoghi della Protezione Civile nelle scuole di Teramo.

Agibili l’Ipias, il Liceo Einstein e il Di Poppa; il Milli ha una classificazione di tipo B (agibile con lavori di pronto intervento) e i lavori si stanno completando in queste ore; stesso discorso all’Agrario Rozzi, classificato in B, dove la prescrizione prevede la riparazione su tramezzi e parti non strutturali nella parte posteriore della scuola che è composta da due corpi. Nella scuola di Piano D’Accio l’impresa ha iniziato a lavorare questa mattina ed è probabile che l’apertura slitti di 24/48 ore rispetto al resto delle scuole superiori previsto per lunedì prossimo. La situazione dell’Artistico è la stessa di quella certificata dopo il sisma del 24 agosto ed è agibile, quindi, a parte l’ingresso e un aula (classificati in C).

“Con i dirigenti scolastici vorrei organizzare una sorta di “scuola aperta” per mostrare ai genitori e agli studenti lo stato delle strutture e favorire lo scambio e il confronto con tecnici ed esperti  – dichiara il presidente della Provincia, Di Sabatino – mi auguro che ci si renda conto che questo è il momento del dialogo ma anche del sostegno reciproco per dare forza alle scelte da fare e alle risorse da ottenere. Domenica mattina, 13 novembre, dalle 10 alle 12, gli istituti superiori del capoluogo saranno aperti al pubblico. Genitori e studenti potranno accertarsi dello stato delle strutture, dialogare con i tecnici avere un confronto con gli amministratori. Devo ringraziare i dirigenti scolastici per la loro disponibilità e anche la mia struttura tecnica che dalla fine di agosto non ha un momento di tregua – dichiara Di Sabatino – non vogliamo convincere nessuno, vogliamo mostrare, raccontare, spiegare e anche ascoltare. dal sisma del 2009 abbiamo imparato a familiarizzare con il termine resilienza, ora cominciamo a praticarlo: facciamo fronte in maniera positiva per generare un cambiamento al quale nessuno vuole sottrarsi e che sarà più efficace con il contributo di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *