Nuovo Senso Civico denuncia sversamento sospetto da centrale a biogas

Un esteso sversamento di liquami maleodoranti nei terreni circostanti la centrale a biogas di Villa Pasquini a Lanciano è stato segnalato da Nuovo Senso Civico, l’associazione di ambientalisti e cittadini, che da anni si batte a tutela dell’ambiente in Abruzzo. Oltre a un’ampia documentazione fotografica, viene fatto presente che nella zona l’odore nauseabondo è particolarmente forte e, di conseguenza, sono stati avvisati tanto il Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri, che la Procura della Repubblica di Lanciano, con un esposto.

Chiaro che bisognerà attendere le analisi e le verifiche su quel che è finito nei campi agricoli circostanti la centrale, ma la preoccupazione è forte. I coltivatori che vivono e operano nelle vicinanze dell’impianto si sono rivolti a Nuovo Senso Civico, dimostrando tra l’altro di non fidarsi molto delle istituzioni o degli enti preposti al controllo. L’associazione si è recata sul posto è constato lo stato delle cose, raccogliendo immagini e testimonianze.   Il liquame sarebbe uscito proprio dalla centrale e “adesso la priorità assoluta è procedere ad un controllo capillare dell’impianto e accertare se sono stati contaminati i terreni circostanti coltivati  con numerosi uliveti e vigneti – fanno sapere da Nuovo Senso Civico, che   coglie l’occasione per ricordare come la stessa si sia battuta contro la realizzazione di centrali e d’aver messo in guardia sui rischi di tante attività simili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *