Treglio, marito accecato dalla gelosia minaccia la moglie: arrestato

 

 

Maltrattamenti in famiglia, atti persecutori nei confronti della moglie di 36 anni. Questi i reati contestati a un uomo di 49 anni, D.G., di Treglio, raggiunto in queste ore da un ordine di custodia cautelare in carcere.

Il provvedimento, proposto dal procuratore capo facenti funzioni del Tribunale di Lanciano, Rosaria Vecchi e accolto dal giudice per le indagini preliminari, Massimo Canosa, è stato eseguito dagli agenti del locale Commissariato di Polizia di Stato.

Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo, nel periodo di convivenza con la moglie, iniziato nel 2011 e fino al mese di luglio delle scorso anno, quando la donna ha deciso d’interrompere il rapporto coniugale, l’uomo avrebbe reso la vita della coppia un vero e proprio inferno. Sarebbe stato ossessionato dalla gelosia, sospettando presunti tradimenti. Da qui,  maltrattamenti di vario genere e persino il dubbio sulla paternità del loro figlio minore. Una relazione oramai inquinata dalla presenza del presunto amante: l’uomo è passato quindi alle aggressioni e alle minacce di morte. In auto, nel cofano, un martello, con il quale avrebbe intimorito la moglie. E poi telefonate e sms, sempre minacciosi, incurante della presenza dei figli minori.

Tutti episodi di fronte ai quali al Procuratore Vecchi ha proposto l’arresto, sostenendo nella sua richiesta al Gip, l’aggressività dell’uomo e la sua pericolosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *