Lanciano: muore dopo 6 giorni di ricovero, la famiglia sospetta caso di malasanità

Muore dopo sei giorni di ricovero per circostanze tutte da chiarire. La famiglia, per ora, rinvia la celebrazione dei funerali e chiede di far luce su quelle che possono essere state le cause del decesso.

Ieri sera, poco prima delle 23, nel reparto Medicina dell’Ospedale Civile Renzetti di Lanciano, è morto Maurizio Giallonardo, imprenditore conosciutissimo in città. Era entrato lunedì scorso in nosocomio perché non si sentiva bene. Dal Pronto Soccorso, dopo un primo controllo, era stato trasferito a Medicina. I familiari però lamentano che, nei giorni di degenza, a Maurizio non sarebbe state riservate le giuste attenzioni, in più occasioni richieste da loro stessi e dal loro congiunto. Ieri sera, le condizioni dell’imprenditore si sono aggravate.

Stamattina, l’avvocato Marco Di Domenico, per conto della famiglia, ha presentato una denuncia presso la locale Compagnia dei Carabinieri di Lanciano. I militari dell’Arma, hanno già provveduto a sequestrare la cartella clinica del Giallonardo. E’ stata chiesta alla Asl2 l’esame autoptico per verificare se e quali cure sanitarie sono state fatte durante il suo decorso ospedaliero.

Maurizio, che era separato, avrebbe compiuto 51 anni il prossimo 11 febbraio, lascia una figlia di 16 anni e figlio di 6.

Pochi giorni fa, esattamente il 2 gennaio scorso, sul suo profilo Facebook, Maurizio ha scritto una riflessione che ora scuote i cuori: ‘Se ogni tanto le persone pensassero un pò che prima o poi tutti dovremmo morire l mondo sarebbe un posto fantastico’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *