Maltempo: l’Abruzzo bloccato per neve

Città deserte, negozi chiusi, traffico limitato. L’Abruzzo è sotto la neve, scesa più copiosa di qualche giorno fa. E siamo solo all’inizio degli effetti della perturbazione che sta interessando la nostra regione. Le proporzioni di quel che si sta constatando in queste ore non erano prevedibili: la neve ha cominciato a venir giù da ieri sera e non ha smesso. Dalla costa all’interno la circolazione stradale particolarmente difficile: bus fermi, collegamenti interrotti, treni che circolazione con molta fatica o per nulla, come sta avvenendo per i convogli della Sangritana-TUA. Per chi si avventura in auto è difficile persino seguire la giusta traiettoria di marcia e orientarsi. Le previsioni per le prossime ore non sono ottimistiche: altre precipitazioni sono attese su tutta la regione e questo rende complicato mettere in atto i piani neve comunali.

Manca l’energia elettrica in molti centri. Circa 100mila utenti sono senza luce a causa della caduta di cavi e in alcuni comuni scarseggia l’acqua. Alcune grandi fabbriche della Val di Sangro, come Sevel e Garret, hanno fermato la produzione per i turni di pomeriggio e per la notte. Il peggioramento delle condizioni climatiche potrebbe portare a interrompere il lavoro altre fabbriche.

Ripercussioni sulla circolazione si stanno avendo anche sulla rete autostradale: il transito per i mezzi pesanti è limitato proprio oggi che si annunciava, come ogni lunedì, particolarmente intenso in direzione nord per rifornire di prodotti i mercati dell’alta Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *