Penne, crolla tetto di supermercato. 110mila ancora senza elettricità

Tragedia sfiorata a Penne. Nel primo pomeriggio il tetto in lamiera del Supermercato Lidl è crollato. La sciagura è stata evitata in località Campetto dopo che la direzione della Lidl ha deciso la chiusura del punto vendita già alle ore 12 e in via precauzionale ha fatto  abbandonare la struttura da tutti i clienti e dipendenti. Il cedimento è avvenuto, con molta probabilità per l’abbondante nevicata. Penne è tra i centri più colpiti dal maltempo.  Non è da escludere che oltre al peso della neve abbiano influito le scosse telluriche di oggi.

Per quanto riguarda le interruzioni dell’energia elettrica che oramai continua da giorni, l’Enel ha diffuso un bollettino nel quale si fa il punto della situazione alle ore 19. “I clienti disalimentati sono circa 110.000 così distribuiti:  L’Aquila: rientrati circa 6.000 clienti, ne rimangono 3.700 disalimentati. E-distribuzione conferma le stime di ripristino del servizio entro le 12 ore;  Teramo: circa 62.000 clienti disalimentati, 29.000 dei quali interessati dai problemi che riguardano la rete di Alta Tensione che comportano il fuori servizio delle cabine primarie di Sant’Omero, Teramo ZI e Isola del Gran Sasso; Pescara: 20.000 clienti disalimentati; Chieti: 23.500 clienti disalimentati. Per quanto riguarda Teramo, Chieti e Pescara e-distribuzione conferma che – a valle del rientro delle linee di Alta Tensione – entro il pomeriggio di domani potranno essere rialimentati 50 mila clienti. Attività di ripristino ed installazione gruppi elettrogeni: proseguono le attività di riparazione ed installazione gruppi elettrogeni ostacolate dai numerosi guasti riscontrati sulle linee, compatibilmente con la percorribilità delle strade comunali e vicinali. Con la Regione e la Protezione Civile si sta predisponendo un piano per l’ottimale allocazione dei gruppi elettrogeni disponibili.

 Terna prosegue in modo serrato, con oltre 150 tecnici provenienti da tutta Italia, il lavoro di monitoraggio e ripristino della rete in Alta Tensione, nonostante le condizioni meteorologiche straordinarie nelle zone colpite dalla perturbazione degli ultimi giorni e dagli eventi sismici di oggi. Gli uomini di Terna stanno collaborando con le società di distribuzione, le istituzioni nazionali e locali, la Protezione Civile e le forze dell’ordine per garantire la piena operatività dell’Alta Tensione.
E’ rientrata in servizio la cabina primaria di S. Omero e sono in corso di risoluzione anche le ultime criticità.
La sala di crisi di Terna sta coordinando il lavoro con tutti i soggetti interni ed esterni coinvolti, ai quali va il riconoscimento della Società per il grande impegno dimostrato in questi giorni su un territorio reso difficilmente accessibile dagli straordinari eventi climatici.
E’ attiva 24 ore su 24 la sala operativa di crisi presso la Centrale Operativa (SOC).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *