Vertice a Roma con Delrio: “Nessuna criticità per le dighe”

“Per le dighe non ci sono criticità in questo momento nonostante le scosse”. Lo ha affermato il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, al termine dell’apposita riunione che si è svolta questo pomeriggio per una valutazione della situazione nelle zone terremotate e degli invasi nel centro Italia, in particolare di quello di Campotosto, che desta preoccupazioni perché attraversato da una faglia che si è riattivata. Ieri, poi, a far crescerle ci aveva pensato Sergio Bertolucci, presidente della Commissione Grandi Rischi, che aveva parlato di effetto Vajont nel caso di una scossa, prevedibile ma non certa, a Campotosto. Una dichiarazione smentita poco dopo dallo stesso Bertolucci, definita oggi da Delrio “esempio fuori luogo”.

Nel riassumere il vertice odierno, al quale era presente anche il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, il ministro ha detto che “i gestori delle dighe hanno segnalato l’assenza di criticità rilevanti, ma sono stati invitati a tenere sempre molto alta la guardia vista la frequenza degli eventi sismici. Le verifiche si fanno ogni due anni per legge, ma in caso di scosse saranno fatte con più frequenza”.

Gli enti gestori, in particolare Enel per quanto riguarda le dighe di Campotosto, hanno confermato che non sono state evidenziate criticità sia nei controlli ordinari, sia in quelli scattati, come da procedura, dopo i terremoti recenti. Il ministro ha sollecitato una prosecuzione del monitoraggio e una condivisione delle informazioni con un aggiornamento puntuale con il territorio. Il lavoro continuerà nei prossimi giorni a livello tecnico tra i soggetti presenti al tavolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *