RIGOPIANO: SALE A 27 IL NUMERO DELLE VITTIME – segui la diretta

ALTRE DUE VITTIME DEL RIGOPIANO TROVATE POCO FA DAI VIGILI DEL FUOCO. SI TRATTA DI UN UOMO E DI UNA DONNA. IL BILANCIO ORA E’ DI 27 MORTI

Nell’hotel, il 18 gennaio scorso, c’erano 40 persone: 28 ospiti, di cui 4 bambini e 12 dipendenti, compreso il titolare Roberto Del Rosso e il rifugiato senegalese Faye Dane. Due persone, il cuoco Giampiero Parete e il tuttofare dell’hotel, Fabio Salzetta, si sono salvati perché al momento della slavina si trovavano all’esterno dell’albergo. Dalle macerie i vigili del fuoco hanno estratto vive successivamente, tra venerdì e l’alba di sabato scorsi, 9 persone: la moglie e il figlio di Parete, Adriana Vranceanu e il piccolo Gianfilippo; tre bambini, l’altra figlia di Parete, Ludovica, Edoardo Di Carlo e Samuel Di Michelangelo, e altre 4 persone: Giampaolo Matrone, Vincenzo Forti, Francesca Bronzi e Giorgia Galassi.

Le vittime al momento estratte sono 25: 12 uomini e 13 donne. Identificate 11: Sebastiano di Carlo e la moglie Nadia Acconciamessa, il maitre dell’hotel Alessandro Giancaterino, il cameriere Gabriele D’Angelo, l’estetista Linda Salzetta, Barbara Nobilio, Paola Tomassini, Stefano Feniello, Marco Vanarielli, Pietro Di Pietro e l’amministratore dell’hotel Roberto Del Rosso.

I dispersi al momento sono 4.

 

Poco fa i soccorritori hanno recuperato nell’hotel il corpo di una donna. E’ la 25ma vittima del Rigopiano

Un altro corpo recuperato pochi minuti fa. I morti sono 24 e 5 dispersi

Sale a 23 il numero delle vittime e scende ad 6 il numero dei dispersi, 11 i sopravvissuti.  Gli ultimi corpi senza vita trovati e recuperati tra la notte e poco fa. Nelle ultime ore sono stati trovati 2 uomini e tre donne.  Sono passati sette giorni dalla sciagura e da sotto le macerie tornano in superficie solo cadaveri.

Si scava tra la hall e le cucine, dove con ogni probabilità si erano radunati gli ospiti del Rigopiano, decisi a lasciare la zona per la neve e per le scosse di terremoto che quel giorno si erano avvertite. L’operazione messa in atto dai Vigili del Fuoco e dagli uomini del Soccorso Alpino è proprio quella di agire in quell’area dell’hotel, che risulta devastata. Il Rigopiano, quando è stato investito dalla violenta slavina, si è spostato in avanti di una decina di metri ma anche girato su stesso e l’ingresso è stato colpito in pieno da neve, rocce, tronchi d’albero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *