Operazione di Polizia a Pescara: 2 arresti e una denuncia per violenza sessuale

Due pregiudicati arrestati, una denuncia per violenza sessuale. E‘ questo il bilancio di una operazione di controllo a Pescara, disposto dal Questore, Misiti. Uno degli interventi ha riguardato un 48enne dell’hinterland pescarese, C.M., queste le sue iniziali, per violenza sessuale. Il fatto è avvenuto nela notte di domenica in un locale notturno. La polizia è intervenuta su richiesta dell’uomo, che lamentava di essere stato picchiato e condotto fuori dal locale dagli addetti alla sicurezza. Dali accertamenti, però, si appurava che in realtà l’uomo era stato condotto fuori, dopo essersi reso protagonista di spinte e molestie sfociate in violenza sessuale nei confronti di due ballerine del locale. In base alle testimonianze assunte, il C.M. avrebbe intimamente palpeggiato una ballerina e lambito con la lingua un’altra.

Sempre ieri, nel pomeriggio, giungeva segnalazione al 113 di un furto in corso presso un negozio di abbigliamento in Corso Vittorio Emanuele di Pescara. Giunti immediatamente sul posto i poliziotti della Squadra Volante riuscivano a rintracciare e bloccare l’autore mentre stava scappando, avendo ancora indosso uno zaino contenente la refurtiva. L’autore è stato identificato per Ionel Panaitescu, romeno di anni 38, già pluripregiudicato per aver commesso vari reati contro il patrimonio ed avente in atto l’obbligo di presentazione alla p.g. disposto dal Tribunale di Chieti. Nello zaino il malfattore aveva nascosto alcuni capi vestiario. Al predetto veniva trovata indosso altresì una tronchesina di ferro di 11cm. L’uomo è stato tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato.

Nella notte, la Squadra Volante ha tratto in arresto in flagranza di reato Massimo Di Blasio, 43enne di Montesilvano per tentato furto aggravato. L’uomo è stato sorpreso dal proprietario di un garage, mentre rovistava all’interno. Intervenuta prontamente, la volante rintracciava l’uomo mentre stava ancora cercando di divincolarsi dal richiedente che lo aveva sorpreso e bloccato. Gli immediati accertamenti permettevano di appurare che Di Blasio aveva a suo carico molteplici precedenti penali per reati contro il patrimonio, l’ultimo dei quali era segnato da un arresto in flagranza di reato per una rapina impropria il 24 gennaio scorso, per cui veniva sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Montesilvano ed all’obbligo di presentazione alla PG. Il DI BLASIO veniva pertanto tratto in arresto in flagranza di Reato per tentato furto aggravato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *