Sisma Centro Italia: ancora non consegnati i fondi raccolti a Città Sant’Angelo

Giacciono ancora inutilizzate nelle casse comunali le somme raccolte a Città Sant’Angelo in favore dei terremotati del Centro Italia. La denuncia arriva dai gruppi di minoranza presenti nell’assise civica angolana.

“Non risulta essere stata attivata la procedura anticipata in Consiglio, di individuazione dell’ente beneficiario delle donazioni. Inoltre, nel Consiglio Comunale del 30 novembre scorso, in occasione dell’approvazione della variazione al Bilancio di previsione finanziario, rilevando che risultavano ancora trattenute nelle casse comunali le donazioni dei cittadini pro-terremotati del Centro Italia, sollecitavano l’Assessore di riferimento a versare quanto prima le somme devolute – scrivono oggi le opposizioni -. Sono sotto gli occhi di tutti le difficoltà che purtroppo i cittadini colpiti da questo grave evento stanno vivendo a tutt’oggi, molte famiglie costrette ancora a vivere in alloggi di fortuna. I ritardi nella erogazione di queste donazioni sono il filo conduttore che accomuna le raccolte che vengono organizzate in questi momenti critici. Ciò che fa davvero rabbia è che la gestione così disorganizzata vanifica di fatto il grande slancio di solidarietà che proviene dai cittadini per i loro concittadini provati dal terremoto e dalle sue devastanti conseguenze; gli angolani, generosi nel loro DNA, hanno donato magari anche se non ne avevano le possibilità economiche, ma lo hanno fatto con l’intenzione di portare un pò di sollievo a chi stava e sta tutt’ora soffrendo. Il Comune di Citta Sant’Angelo invece che invitare a versare le somme direttamente ai Comuni interessati, esempio Amatrice, ha chiesto di donare sin dal 31/08/2016 sul proprio conto corrente, ma ora se la prende con comodo, deve ancora decidere a chi destinare queste somme. Insomma, non vuole discostarsi dalla linea tracciata dalla politica nazionale, che sta facendo altrettanto, impegnata in beghe di partiti e partitucci. Come Amministratori rimproveriamo l’attuale maggioranza per l’eccessiva lentezza nel far pervenire gli aiuti alle popolazioni colpite che nel frattempo hanno già affrontato ulteriori difficoltà di un inverno particolarmente rigido; come cittadini italiani invece ci sentiamo delusi per il solito affanno burocratico nelle cui maglie restano imprigionati anche i migliori propositi di solidarietà. Noi chiediamo di versare immediatamente le somme, non c’è altro tempo da perdere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *