Vasto, rapinata una gioielleria. Due arresti

Due giovani di 20 e 23 anni, entrambi si San Severo, in provincia di Foggia, sono tratti in arresto dalla polizia di Vasto, in seguito alle indagini seguite a una rapina, commessa giorni fa, in una oreficeria della città I fermati sono Salvatore La Penna e Giuseppe Pensa. Sono sospettati di aver messo a segno il colpo che avrebbe fruttato oltre 60mila euro. Ai due si è risaliti attraverso meticolose indagini, soprattutto con l’esame delle immagini di videosorveglianza. I due, infatti, avevano fatto irruzione armati, nel locale e dopo aver tentato inutilmente di aprire la cassaforte, avevano infranto le vetrine, prendendo gli oggetti in oro esposti. Poi si erano allontanati a bordo di un’auto, rinvenuta in fiamme a San Salvo e, precedentemente, rubata in località Campomarino. Attraverso le immagini del circuito di videosorveglianza della gioielleria, la polizia eiuscivanon solo a ricostruire le varie fasi della rapina ma, anche, a ricavare immagini molto chiare del volto dei rapinatori. Scattate le indagini, che portava alla identificazione dei due, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vasto chiedeva l’emissione della misura cautelare della custodia in carcere a carico dei due pugliesi, immediatamente, emessa dall’ufficio G.I.P. del medesimo Tribunale. Scattava dunque l’operazione che ha portato gli agenti vastesi a San Severo: in casa dei due venivano rinvenuti  alcuni capi di abbigliamento che coincidevano perfettamente con quelli indossati dai rapinatori, due pistole, perfettamente riprodotte, prive di tappo rosso.

I due rapinatori sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Foggia, a disposizione dell’A.G. competente.

Dovranno rispondere, in concorso, di rapina aggravata per l’aver e ricettazione aggravata per aver acquistato e/o ricevuto un’autovettura di provenienza delittuosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *